Descrizione di regole di derivazione della proprietà della cella FORMAT_STRING in SQL Server 2005 Analysis Services

Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.

Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 927165
Questo articolo è stato archiviato. L’articolo, quindi, viene offerto “così come è” e non verrà più aggiornato.
INTRODUZIONE
In questo articolo vengono descritte le regole per la derivazione della proprietà della cella FORMAT_STRING in Microsoft SQL Server 2005 Analysis Services. In questo articolo sono segnalati tutti i casi in cui la proprietà della cella FORMAT_STRING viene ereditata.
Informazioni
Quando si utilizzano alcune funzioni MDX (MultiDimensional Expression) in SQL Server 2005 Analysis Services, la proprietà di cella FORMAT_STRING del risultato restituito è impostata in un formato diverso potrebbe essere previsto. Questo comportamento è diverso da quello in SQL Server 2000 Analysis Services. Questa modifica è stata apportata per migliorare le prestazioni in funzioni interessate.

Quando la funzione IIf viene utilizzata, la proprietà della cella FORMAT_STRING viene impostata standard anziché alla proprietà della cella della misura originale.

Quando si utilizzano le funzioni ricerca e Count , il comportamento della stringa di formato varia a seconda la dimensione in cui è definito il membro calcolato che utilizza la ricerca o la funzione Count . Se il membro calcolato è su qualsiasi dimensione oltre la dimensione di misure, la stringa di formato è impostata sulla stringa di formato di misura predefinita. Se il membro calcolato è la dimensione di misure, la stringa di formato è impostata su standard. Ciò si verifica perché la misura corrente diventa la misura calcolata invece di diventare una misura del gruppo di misure regolare. La misura calcolata non è nessuna stringa di formato. Di conseguenza, viene utilizzata una stringa di formato predefinito "standard".

Si consideri ad esempio, la query riportata di seguito.
WITH MEMBER [Employee].[Employee].[Rank1Emp] AS 'RANK([Employee].[Employee].&[47], [Employee].[Employee].members)' SELECT [Employee].[Employee].[Rank1Emp] ON 0 FROM [Adventure Works]
la query restituirà il valore di Rank1Emp con una stringa di formato della valuta se il membro predefinito per la dimensione misure è Importo vendite rivenditore.

Si consideri ora la query riportata di seguito.
WITH MEMBER [Measures].[Rank1Emp] AS 'RANK([Employee].[Employee].&[47], [Employee].[Employee].members)' SELECT [Measures].[Rank1Emp] ON 0 FROM [Adventure Works]
questa query restituisce il valore Rank1Emp con una stringa di formato di standard (numerico) indipendentemente il membro predefinito scelto per la dimensione di misure.

Un modo per assicurarsi che la stringa di formato desiderato viene restituita si consiste nel definirlo in modo esplicito nella definizione del membro calcolato. Ad esempio:
WITH MEMBER [Employee].[Employee].[Rank1Emp] AS 'RANK([Employee].[Employee].&[47], [Employee].[Employee].members)', format_string="#" SELECT [Employee].[Employee].[Rank1Emp] ON 0 FROM [Adventure Works]
di seguito è le regole per la derivazione della proprietà della cella FORMAT_STRING in SQL Server 2005 Analysis Services.
espressione regola
Cella con granularità del gruppo di misure Utilizzare la proprietà FORMAT_STRING della misura corrente.
CALCULATE (senza i calcoli di struttura) Utilizzare la proprietà FORMAT_STRING della misura corrente.
CALCULATE con la misura semiadditiva Utilizzare la proprietà FORMAT_STRING della misura corrente.
Membro A Derivare dal calcolo che include il membro.
Tupla (a, b, … z) Derivare dal calcolo che copre la tupla.
-aDerivare da "a".
BLOCCO Derivare dal calcolo nel passaggio dell'istruzione FREEZE.
a.PARENT, a.FIRSTCHILD a.LASTCHILD Derivare dal calcolo che include il membro risultato.
CalculationPassValue(a,p,flag) Derivare da "a" al passaggio efficace "p" (flag).
Funzione di aggregazione Somma, Min, Max, Media o Count(set) Se la misura corrente è regolare, utilizzare la proprietà FORMAT_STRING della misura corrente. Se viene calcolata la misura corrente, la proprietà FORMAT_STRING deriva dalla misura corrente.
Aggregazione Sum, Min, Max, Avg(set, a) Se "a" è una misura, utilizzare la proprietà FORMAT_STRING "a". Se "a" viene calcolato, la proprietà FORMAT_STRING deriva da "a".
MDX

Avviso: questo articolo è stato tradotto automaticamente

Proprietà

ID articolo: 927165 - Ultima revisione: 12/09/2015 07:56:18 - Revisione: 2.3

Microsoft SQL Server 2005 Analysis Services

  • kbnosurvey kbarchive kbmt kbhowto kbinfo kbsql2005as KB927165 KbMtit
Feedback