Codici di campo: campo Link

Nota:  Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l' articolo in lingua inglese per riferimento.

Il campo Link consente di collegare informazioni da un'altra applicazione a un documento di Word utilizzando OLE. In Microsoft Word questo campo viene inserito quando si copiano le informazioni da un'altra applicazione e quindi si incollano in un documento di Word utilizzando il comando Incolla speciale (scheda Home, gruppo Appunti, freccia del comando Incolla).

Nota sulla sicurezza: Poiché i codici di campo possono essere visibili a tutti quelli che leggono il documento, assicurarsi di non inserirvi informazioni che si desidera mantenere private.

Sintassi

Quando si visualizza il campo FieldName nel documento, la sintassi è simile alla seguente:

{ LINK NomeClasse "NomeFile" [RiferimentoPosizione ] [Parametri ] }

Nota: Un codice di campo segnala al campo cosa visualizzare. I risultati del campo sono gli elementi visualizzati nel documento dopo la valutazione del codice di campo. Per alternare la visualizzazione del codice di campo e dei risultati del codice di campo, premere ALT+F9.

Istruzioni

NomeClasse

Tipo di applicazione delle informazioni collegate. Per un grafico di Microsoft Excel, ad esempio, NomeClasse è "Excel.Chart.8". In Word queste informazioni sono determinate dall'applicazione di origine.

"NomeFile"

Nome e percorso del file di origine. Se il percorso include un nome di file lungo con spazi, racchiuderlo tra virgolette. Sostituire singole barre rovesciate con barre rovesciate doppie per specificare il percorso, ad esempio:

"C:\\MSOffice\\Excel\\Rfp\\Budget.xls"

RiferimentoPosizione

Identifica la porzione del file di origine che viene collegata. Se il file di origine è una cartella di lavoro di Microsoft Excel, il riferimento può essere un riferimento di cella o un intervallo denominato. Se il file di origine è un documento di Word, il riferimento è un segnalibro.

Parametri

\a

Aggiorna il campo LINK automaticamente; eliminare questo parametro per utilizzare l'aggiornamento manuale.

\b

Inserisce l'oggetto collegato come bitmap.

\d

I dati grafici non vengono archiviati con il documento, riducendo le dimensioni del file.

\f

Causa l'aggiornamento della formattazione dell'oggetto collegato in un modo particolare, secondo uno dei parametri seguenti.

Valore

Significato

0

Viene mantenuta la formattazione del file di origine

1

Non supportato

2

Viene applicata la formattazione del documento di destinazione

3

Non supportato

4

Viene mantenuta la formattazione del file di origine, se questo è una cartella di lavoro di Excel

5

Viene applicata la formattazione del documento di destinazione, se il file di origine è una cartella di lavoro di Excel

\h

L'oggetto collegato viene inserito come testo in formato HTML.

\p

L'oggetto collegato viene inserito come immagine.

\r

Oggetto collegato viene inserito in formato RTF (RTF).

\t

L'oggetto collegato viene inserito in formato testo.

\u

L'oggetto collegato viene inserito come testo Unicode.

Esempio

Nell'esempio seguente viene inserito un intervallo di celle da un foglio di lavoro di Microsoft Excel. Il parametro \a assicura che le informazioni vengano aggiornate in Word ogni volta che si modifica il foglio di lavoro in Microsoft Excel:

{ LINK Excel.Sheet.8 "C:\\Documenti\\Profits.xls" "Sheet1!R1C1:R4C4" \a \p }

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×