Modificare dati in una query

Possono verificarsi situazioni in cui non è possibile modificare i dati nella query visualizzazione Foglio dati modificare i dati nella tabella sottostante. Questo articolo illustra quando è possibile modificare i dati delle query, quando non è possibile modificare i dati di una query e come modificare la struttura di una query in modo da poterne modificare i dati sottostanti.

Contenuto dell'articolo

Introduzione

Quando si apre una query in visualizzazione Foglio dati, può essere necessario modificare i dati. È possibile che si noti un errore o che si vedano informazioni non aggiornate. A seconda di come è stata creata la query, è possibile modificare i dati direttamente nella query foglio dati.

Se si prova a modificare i dati in un foglio dati della query ma non succede nulla o Windows riproduce un suono e la modifica non viene eseguita, non è possibile eseguire la modifica. È possibile che la query non sia disponibile per la modifica, ad esempio una query a campi incrociati. È anche possibile che solo il campo che si sta tentando di modificare non sia disponibile per la modifica, ad esempio se il campo è basato su una funzione di aggregazione, ad esempio una media. In entrambi i casi, potrebbe essere possibile eseguire un'operazione per consentire la modifica.

Oltre a modificare i dati nella visualizzazione Foglio dati della query, è anche possibile usare una query di aggiornamento dati per aggiornare i dati in una tabella. Questo articolo non descrive le query di aggiornamento.

Per altre informazioni, vedere l'articolo Creare ed eseguire una query di aggiornamento.

In genere, quando si vogliono modificare i dati nella visualizzazione Foglio dati della query, le modifiche vengono salvate nelle tabelle su cui è basata la query. Se non si vogliono modificare i dati in queste tabelle, ma si vogliono comunque modificare i dati e mantenere i dati modificati al termine, è possibile usare un query di creazione tabella per creare prima una nuova tabella di cui è possibile modificare i dati. È anche possibile usare una query di creazione tabella per salvare i risultati di una query che non consente la modifica come nuova tabella e quindi modificare i dati nella nuova tabella. Questo articolo non descrive come creare ed eseguire query di creazione tabella.

Per altre informazioni sulle query di creazione tabella, vedere l'articolo Creare una query di creazione tabella.

Inizio pagina

Quando è possibile modificare i dati in una query?

È sempre possibile modificare i dati in una query quando la query è basata su una sola tabella o su due tabelle che relazione uno-a-uno l'una all'altra.

Nota: Anche quando è possibile modificare i dati in una query, alcuni campi potrebbero non essere disponibili per la modifica. Questi casi sono elencati nella sezione seguente.

Inizio pagina

Quando non è possibile modificare i dati in una query?

Non è possibile modificare i dati in una query quando:

  • La query è una query a campi incrociati.

  • La query è una query specifica di SQL.

  • Il campo che si sta provando a modificare è un campo calcolato. In questo caso, potrebbe essere possibile modificare gli altri campi.

  • La query si basa su tre o più tabelle ed esiste una relazione molti-a-uno-a-molti.

    Nota: Anche se in questo caso non è possibile modificare il foglio dati della query, è possibile modificare i dati in una maschera quando la proprietà RecordsetType della maschera è impostata su Dynaset (Aggiornamenti non coerenti).

  • La query contiene una clausola GROUP BY.

Inizio pagina

Come si modifica una query in modo da poterne modificare i dati?

La tabella seguente elenca i casi in cui non è possibile modificare una query, associati a metodi per rendere disponibile il foglio dati della query per la modifica.

Non è possibile modificare i valori in un foglio dati della query quando:

Per rendere il foglio dati query disponibile per la modifica:

La proprietà Valori univoci della query è impostata su Sì.

Impostare la proprietà Valori univoci della query su No.

Per informazioni su come impostare questa proprietà, vedere la sezione seguente, Impostare la proprietà Valori univoci su No.

La query include una tabella database ODBC collegata senza indice univoco o una tabella Paradox senza una chiave primaria.

Aggiungere una chiave primaria o un indice univoco alla tabella collegata usando i metodi forniti dal fornitore del database collegato.

Non si hanno le autorizzazioni aggiorna dati per la tabella sottostante.

Assegnare le autorizzazioni Aggiorna dati.

La query include più tabelle o query e le tabelle o le query non vengono unite tramite una linea di join in visualizzazione Struttura.

Creare i join appropriati.

Per informazioni su come creare i join, vederela sezione Creare join.

Il database è aperto in sola lettura o si trova in un'unità di sola lettura.

Chiudere il database e riaprirlo senza selezionare Apri in sola lettura; oppure, se il database si trova in un'unità di sola lettura, rimuovere l'attributo di sola lettura dall'unità oppure spostare il database in un'unità non di sola lettura.

Il campo nel record che si prova ad aggiornare viene eliminato o bloccato da un altro utente.

Attendere che il record sia sbloccato. Un record bloccato può essere aggiornato non appena il record viene sbloccato. Attendere il completamento dell'operazione che ha bloccato il record da parte dell'altro utente.

La query è basata su tabelle con relazione uno-a-molti e il campo di join sul lato "molti" non è un campo di output. In questo caso, i dati nel campo di join dal lato "uno" non possono essere modificati.

Aggiungere il campo di join dal lato "molti" della relazione ai campi di output della query.

Per informazioni su come aggiungere il campo di join, vedere la sezione Aggiungere il campo di join dal lato "molti"ai campi di output della query.

Il campo di join dal lato "molti" (dopo la modifica dei dati) si trova sul lato "uno".

Premere MAIUSC+F9 per eseguire il commit delle modifiche e aggiornare la query.

La tabella sul lato "uno" di una relazione uno-a-molti contiene un campo vuoto e il join è un right outer join.

Verificare che nel campo sia presente un valore sul lato "uno". È possibile modificare il campo di join sul lato "molti" solo se nel campo è presente un valore sul lato "uno".

Si usa una tabella di database ODBC collegata e non tutti i campi dell'indice univoco della tabella collegata sono presenti nell'output della query.

Aggiungere tutti i campi dall'indice univoco della tabella ODBC ai campi di output della query.

Vedere la sezione Aggiungere campi di indice univoci da una tabella ODBCcollegata per informazioni su come aggiungere i campi.

Inizio pagina

Impostare la proprietà Valori univoci su No

  1. Aprire la query in visualizzazione Struttura.

  2. Se la finestra delle proprietà non è aperta, aprirla premendo F4. Fare clic una volta sola nella griglia di struttura della query per assicurarsi che la finestra delle proprietà visualizzi le proprietà della query invece delle proprietà dei campi.

  3. Nella finestra delle proprietà individuare la casella della proprietà Valori univoci. Fare clic sulla casella accanto ad essa, fare clic sulla freccia nella casella e quindi fare clic su No.

Creare join

  1. Aprire la query in visualizzazione Struttura.

  2. Per ogni tabella o query da unire in join, trascinare il campo di join da tale tabella o query al campo corrispondente della tabella o query in cui si vuole creare il join.

Per altre informazioni sulla creazione di join, vedere l'articolo Creare join tra tabelle e query.

Aggiungere il campo di join dal lato "molti" ai campi di output della query

  1. Aprire la query in visualizzazione Struttura.

  2. In Progettazione query individuare il join corrispondente alla relazione uno-a-molti pertinente.

  3. Fare doppio clic sul campo di join dal lato "molti" della relazione uno-a-molti. Il campo di join viene visualizzato nella griglia dei campi, a indicare che ora è un campo di output.

Aggiungere campi indice univoci da una tabella ODBC collegata

  1. Aprire la query in visualizzazione Struttura.

  2. In Progettazione query individuare la tabella ODBC collegata.

  3. I campi indice univoci avranno un simbolo di chiave accanto al nome del campo. Fare doppio clic su ogni campo non già presente nella griglia dei campi. Ogni campo viene visualizzato nella griglia dei campi, a indicare che si tratta ora di un campo di output.

Inizio pagina

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×