Ripristinare file di dati di Outlook (PST e OST)

Ripristinare file di dati di Outlook (PST e OST)

È possibile usare lo strumento Manutenzione Posta in arrivo (SCANPST.EXE) per diagnosticare e correggere gli errori nel file di dati di Outlook. Questo strumento esamina i file di dati di Outlook nel computer per verificarne l'integrità.

È consigliabile usare lo strumento Manutenzione Posta in arrivo nelle situazioni seguenti:

  • Viene visualizzato un messaggio che indica che Outlook non può aprire il file di dati

  • Viene visualizzato un messaggio che indica che Outlook non è in grado di aprire il set di cartelle

  • Si pensa che il file di dati di Outlook sia danneggiato

Se si usa un account di posta elettronica di Exchange, è possibile eliminare il file di dati di Outlook offline (ost) e Outlook ricrea il file di dati di Outlook offline (ost) alla successiva apertura di Outlook.

Note: 

  • Lo strumento Manutenzione Posta in arrivo non si connette né analizza i dati archiviati in una cassetta postale di Exchange. Lo strumento cerca solo gli errori (danneggiamento) e, se presenti, offre l'opportunità di consentire lo strumento di correggere tali errori. Se non è possibile avviare lo strumento Manutenzione Posta in arrivo, provare a ripristinare l'applicazione Outlook.

  • È consigliabile eseguire il backup del file di dati di Outlook esistente prima di avviare lo strumento Manutenzione Posta in arrivo. Per altre informazioni, vedere Come eseguire il backup di un file di dati di Outlook.

Ripristinare un file di dati di Outlook (pst)

  1. Uscire Outlook e passare a uno dei percorsi di file seguenti:

    • Outlook 2019: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\root\Office16

    • Outlook 2016: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\root\Office16

    • Outlook 2013: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office15

    • Outlook 2010: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office14

    • Outlook 2007: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office12

  2. Aprire SCANPST.EXE.

  3. Selezionare Sfoglia per selezionare il file di dati di Outlook (pst) da analizzare. Per informazioni sull'individuazione del file di dati di Outlook, vedere Individuazione dei file di dati di Outlook.

    Nota: Per impostazione predefinita, durante l'analisi viene creato un nuovo file di log. In alternativa, è possibile scegliere Opzioni e specificare di non creare un file di log o di aggiungere i risultati a un file di log esistente.

  4. Scegliere Avvia per iniziare l'analisi.

  5. Se durante l'analisi vengono rilevati errori, scegliere Ripristina per avviare il processo di ripristino per correggerli.

    Visualizza i risultati dell'analisi del file di dati PST di Outlook usando lo strumento Manutenzione Posta in arrivo, SCANPST.EXE

    Nota: Durante il processo di correzione viene creato un file di backup. Per cambiare il nome o percorso predefinito del file di backup, nella casella Nome del file di backup digitare un nuovo nome oppure scegliere Sfoglia per selezionare il file che si vuole usare. Potrebbe essere necessario eseguire lo strumento più volte per ripristinare il file di dati di Outlook. In alcuni casi, gli elementi potrebbero non essere recuperati se sono stati eliminati definitivamente o danneggiati al di fuori del ripristino.

  6. Al termine del processo di ripristino, avviare Outlook con il profilo associato al file di dati di Outlook appena ripristinato.

Cosa succede dopo il ripristino di un file di dati di Outlook?

È possibile che nel riquadro delle cartelle sia presente una cartella Cartelle personali recuperate contenente le cartelle predefinite di Outlook oppure una cartella Trovati. Le eventuali cartelle trovate dal processo di ripristino potrebbero essere vuote. La cartella Trovati include le cartelle e gli elementi che sono stati recuperati dallo strumento di ripristino che Outlook non è in grado di riposizionare nella struttura originale.

Creare un nuovo file di dati

È possibile creare un nuovo file di dati di Outlook e quindi trascinarvi gli elementi presenti nella cartella Trovati. Dopo aver spostato tutti gli elementi, è possibile rimuovere il file con estensione pst per le Cartelle personali recuperate, compresa la cartella Trovati. Per creare un nuovo file di dati di Outlook, vedere Creare un file di dati di Outlook.

Recuperare elementi dal file di backup (con estensione bak)

Se è possibile aprire il file di dati di Outlook originale, potrebbe essere possibile recuperare altri elementi. Lo strumento Manutenzione Posta in arrivo crea un file di backup con lo stesso nome dell'originale, con estensione bak, e lo salva nella stessa cartella. Dal file di backup può essere possibile recuperare elementi che lo strumento Manutenzione Posta in arrivo non è stato in grado di recuperare.

  1. Passare alla cartella in cui è archiviato il file bak, ad esempio giorgiafanucci01@outlook.com.bak, creato dallo strumento Manutenzione Posta in arrivo.

  2. Creare una copia del file bak e rinominarlo con l'estensione bak.pst. Ad esempio, kerimills01@outlook.com.bak.pst.

  3. Importare il file bak in Outlook e usare l'Importazione/Esportazione guidata per importare altri elementi recuperati nel file PST appena creato.

    Nota: Per informazioni su come importare un file con estensione pst, vedere Importare messaggi di posta elettronica, contatti ed elementi del calendario da un file PST di Outlook.

Percorsi dei file di dati di Outlook

È possibile controllare la posizione dei file di dati di Outlook in Outlook.

  1. Selezionare File > Impostazioni account> Impostazioni account.

  2. Selezionare la scheda File di dati.

  3. Tutti i file di dati di Outlook (pst) e i file di dati offline (ost) sono elencati insieme al nome dell'account a cui sono associati i file.

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

×