Aggiornamento cumulativo 8 per System Center 2012 R2 di Virtual Machine Manager

Introduzione

In questo articolo vengono descritti i problemi risolti nell'aggiornamento cumulativo 8 (UR8) per Microsoft System Center 2012 R2 di Virtual Machine Manager. Sono disponibili due aggiornamenti per System Center 2012 R2 di Virtual Machine Manager: uno per i server e uno per la Console di amministrazione. In questo articolo contiene inoltre le istruzioni di installazione per l'aggiornamento cumulativo 8 per System Center 2012 R2 di Virtual Machine Manager.

Funzionalità aggiunte in questo aggiornamento cumulativo

  • Supporto per SQL Server 2014 SP1 come database VMM
    Con l'aggiornamento cumulativo 8 per SC VMM 2012 R2 SP1 2014 di Microsoft SQL Server è disponibile come database di VMM. Questo supporto non include la distribuzione di modelli di assistenza utilizzando il tipo di profilo SQL di SQL Server 2014 SP1. Per informazioni aggiornate sui requisiti di SQL Server per System Center 2012 R2, vedere il riferimento qui.

  • Supporto per gli scenari di gestione di VMWare vCenter 6.0
    Con l' aggiornamento cumulativo 7, abbiamo annunciato il supporto per gli scenari di gestione per vCenter 5.5. Sulla base di nostra roadmap per vCenter e integrazione di VMM e supportabilità, siamo ora lieti di annunciare il supporto per VMWare vCenter 6.0 nell'aggiornamento cumulativo 8. Per un elenco completo degli scenari supportati, fare clic qui.

  • Possibilità di impostare le quote per gli indirizzi IP esterni
    Con l' aggiornamento cumulativo 7, abbiamo annunciato il supporto per più indirizzi IP esterni per ogni rete virtuale, ma la storia era incompleta, come si è non verificato è possibile impostare quote per il numero di connessioni NAT. Con UR8, siamo lieti di annunciare il supporto end-to-end per questa funzionalità, come è ora possibile impostare quote per il numero di indirizzi IP esterni per ogni ruolo utente. È inoltre possibile gestire questo tramite Service Pack di Windows Azure (WAP).

    Come è possibile utilizzare questa funzionalità?

    Cmdlet PowerShell:

    Per impostare la quota per un ruolo utente:

    Set-UserRole UserRole – UserRoleObject – NATConnectionMaximum MaxNumber
    Per rimuovere la quota per un ruolo utente:

    Set-UserRole UserRole – UserRoleObject – RemoveNATConnectionMaximum

    Cmdlet di esempio:

    Set-UserRole UserRole – $UserRoleObject – NATConnectionMaximum 25
    Set-UserRole UserRole – $UserRoleObject – RemoveNATConnectionMaximum



  • Supporto per le quote per i punti di arresto
    Prima di UR8, quando si crea un punto di arresto tramite WAP, VMM non controlla se la creazione del punto di arresto supera il limite di quota tenant. Prima di UR8, inquilini possono creare il punto di arresto anche se verrà superato il limite di quota.

    Scenario di esempio per spiegare il problema prima di UR8

    Si consideri un caso in cui un amministratore tenant ha un limite di 150 GB. Quindi, potrà passaggi seguenti:

    1. Crea due macchine virtuali del disco rigido virtuale con dimensioni 30 GB (spazio di archiviazione disponibile prima della creazione: 150 GB, post-creazione: 90 GB).

    2. Crea un punto di arresto per una delle macchine virtuali (memoria disponibile prima della creazione: 90 GB, post-creazione: da 60 GB).

    3. Crea un nuovo VM del disco rigido virtuale dimensioni da 50 GB (spazio di archiviazione disponibile prima della creazione: 60 GB, post-creazione: 10 GB).

    4. Crea un punto di arresto della macchina virtuale terza (spazio di archiviazione disponibile prima della creazione del: 10 GB).



    Poiché l'amministratore tenant dispone di quote di archiviazione insufficiente a sinistra, VMM dovrebbe, in teoria, in grado di bloccare la creazione di questo punto di arresto (passaggio 4). Ma prima di UR8, VMM consente agli amministratori tenant di creare il punto di arresto e il superamento del limite.

    Con l'aggiornamento cumulativo 8, è possibile avere la certezza che VMM consente di gestire il controllo dei limiti di quota di archiviazione del tenant prima di creare un punto di arresto.

  • Possibilità di configurare l'indirizzo MAC della scheda di rete statica durante la distribuzione del sistema operativo
    Con l'aggiornamento cumulativo 8, forniamo ora la funzionalità per configurare gli indirizzi MAC della scheda di rete statica durante la distribuzione del sistema operativo. Se è stata mai eseguita Bare Metal provisioning degli host e finisce con più host con gli stessi indirizzi MAC (per l'assegnazione di indirizzi IP dinamici per schede di rete), potrebbe trattarsi di un elemento di salvataggio reale per l'utente.

    Come è possibile utilizzare questa funzionalità?

    Cmdlet PowerShell:

    Nuovo-SCPhysicalComputerNetworkAdapterConfig - UseStaticIPForIPConfiguration - SetAsGenericNIC - SetAsVirtualNetworkAdapter-IPv4Subnet stringa LogicalSwitch - Logical_Switch - VMNetwork VM_Network - indirizzo Mac Indirizzo_MAC


    Per configurare un indirizzo MAC statico, è possibile specificare il parametro MACAddress nel cmdlet PowerShell precedente. Se non viene specificato alcun parametro di indirizzo MAC, VMM configura come dinamica (VMM alloca Hyper-V per assegnare l'indirizzo MAC.). Per scegliere MAC dal pool di indirizzi MAC di VMM predefinito, è possibile specificare l'indirizzo MAC come 00:00:00:00:00:00., come illustrato nell'immagine riportata di seguito:

    Screen shot

  • Possibilità di distribuire estesa ACL porta Hyper-V
    Con l'aggiornamento cumulativo 8 per VMM, è possibile:

    • Definire gli ACL e le regole

    • Collegare gli elenchi di controllo creati da una rete VM, VM subnet o schede di rete virtuale

    • Collegare l'ACL alle impostazioni globali che si applicano a tutte le schede di rete virtuale

    • Consente di visualizzare e aggiornare le regole ACL configurate sulla scheda di rete virtuale in VMM

    • Eliminare la porta ACL e le regole ACL



    Per ulteriori informazioni, vedere l' articolo della Knowledge Base 3101161.

  • Supporto per lo spazio di archiviazione livelli diversi in VMM
    Con l'aggiornamento cumulativo 8, VMM ora fornisce la funzionalità per creare condivisioni di file con livelli (SSD/HDD).

    Per ulteriori informazioni, vedere l' articolo della Knowledge Base 3101159.

Problemi risolti in questo aggiornamento cumulativo

  • Problema 1
    Creazione di generazione 2 macchine virtuali non riesce con il seguente errore:

    Errore (13206)
    Virtual Machine Manager è possibile individuare il volume di avvio o di sistema sulla macchina virtuale < nome VM >. La macchina virtuale non possono essere avviati o funzionare correttamente.



  • Problema 2
    VMM non è possibile impostare il proprietario di un profilo hardware con un nome del proprietario che contiene il simbolo "$".

  • Problema 3
    HA macchine virtuali con VLAN configurato nei siti di rete della rete logica non possono essere migrate da un host a altro. Quando si tenta di eseguire la migrazione della macchina virtuale, viene generato il seguente errore:

    Errore (26857)
    ID VLAN (xxx) non è valida perché la rete della macchina virtuale (xxx) non include l'ID VLAN in un sito di rete accessibile dall'host.



  • Problema 4
    Le modifiche apportate da un amministratore tenant (con distribuzione di autorizzazioni a un cloud) alla memoria e CPU non osserva le impostazioni di una macchina virtuale nel cloud tramite Console VMM. Per risolvere questo problema, modificare queste impostazioni tramite PowerShell.

  • Problema 5
    Quando una macchina virtuale è distribuita e inserire in una condivisione di file SMB3 ospitata su filer NetApp 8.2.3 o versioni successive, il processo di distribuzione della macchina virtuale lascia aperta per ogni macchina virtuale distribuita per la condivisione di una sessione non aggiornata. Quando vengono distribuite più macchine virtuali utilizzando questo processo, la distribuzione inizia l'esito negativo quando viene raggiunto il limite massimo della sessione SMB consentito sul filer NetApp.

  • Problema 6
    VMM si blocca a causa di problemi di prestazioni di SQL Server quando si eseguono operazioni quotidiane di VMM. Questo problema è causato da voci obsolete nella tabella tbl_PCMT_PerfHistory_Raw. Con UR8, nuove voci obsolete non vengono create nella tabella tbl_PCMT_PerfHistory_Raw. Tuttavia, le voci che erano presenti prima dell'installazione di UR8 continuerà ad esistere. Per eliminare le voci obsolete esistenti dalle tabelle di SQL Server, utilizzare lo script SQL seguente:

    DELETE FROM tbl_PCMT_PerfHistory_Raw in TieredPerfCounterID non IN (SELECT DISTINCT tieredPerfCounterID FROM dbo.tbl_PCMT_TieredPerfCounter);

    DELETE FROM tbl_PCMT_PerfHistory_Hourly in TieredPerfCounterID non IN (SELECT DISTINCT tieredPerfCounterID FROM dbo.tbl_PCMT_TieredPerfCounter);

    DELETE FROM tbl_PCMT_PerfHistory_Daily in TieredPerfCounterID non IN (SELECT DISTINCT tieredPerfCounterID FROM dbo.tbl_PCMT_TieredPerfCounter);

  • Problema 7

    In una distribuzione con schede fibra virtualizzate, VMM non aggiorna il provider di archiviazione SMI-S e genera la seguente eccezione:

    Nome: Provider di archiviazione di letture
    Descrizione: Provider di archiviazione letture
    Stato: % 0
    Stato: non riuscito
    : CmdletName Lettura-SCStorageProvider
    ErrorInfo: FailedtoAcquireLock (2606)



    Ciò si verifica perché VMM ottiene innanzitutto il blocco di scrittura per un oggetto e successivamente tenta di ottenere il blocco di eliminazione per lo stesso oggetto.

  • Problema 8
    Per le macchine virtuali con dischi rigidi virtuali che vengono inseriti in una scala i File Server (SOFS) su SMB, il contatore delle prestazioni Velocità di lettura disco VM Visualizza zero nella Console di amministrazione VMM. Questo impedisce che un'azienda i principali consumatori IOPS di monitoraggio.

  • Problema 9
    Ottimizzazione dinamica ha esito negativo, le perdite di una transazione e impedisce l'esecuzione di altri processi. Nel computer SQL Server viene bloccato fino a quando non viene riciclato SCVMM o viene eliminato lo SPID all'origine dell'errore in SQL.

  • Problema 10
    Conversione V2V non riesce quando si tenta di eseguire la migrazione delle macchine virtuali da host ESX a Hyper-V se la dimensione del disco rigido della macchina virtuale nell'host ESX è molto grande. Viene generato il seguente messaggio di errore menzionato:

    Errore (2901)
    L'operazione non completato correttamente a causa di un parametro o chiamare sequenza che non è valido. (Il parametro è corretto (0x80070057))



  • Problema 11
    Operazioni Live migration di macchine virtuali in una rete HNV richiede più tempo del previsto. È inoltre possibile trovare ping per VM migrazione vengono perse. In questo modo durante la migrazione live, la tabella dei criteri di WNV viene trasferita (anziché solo delta). Pertanto, se la tabella dei criteri di WNV è troppo lunga, il trasferimento viene ritardato e provocare VMs perdita della connettività sul nuovo host.

  • Problema 12
    VMM consente di ottenere un indirizzo MAC errato durante la generazione del criterio HNV nelle distribuzioni in cui vengono utilizzati sistemi di bilanciamento del carico F5.

  • Problema 13
    Per i dispositivi IBM SVC, abilitare la replica ha esito negativo in VMM poiché è presente una limitazione in SVC in cui il nome del gruppo di coerenza deve iniziare con un carattere alfabetico (codice di errore: 36900). Questo problema si verifica perché durante l'attivazione della replica, VMM genera stringhe casuali per la denominazione di "gruppi di coerenza" e "relazione" tra l'origine e destinazione e può contenere caratteri alfanumerici. Pertanto, il primo carattere generato da VMM può essere un numero, e in modo da suddividere il requisito da IBM SVC.

  • Problema 14
    Aggiornamento cumulativo 6, è inclusa una modifica che consente ai clienti di avere un indirizzo MAC statico, anche se la scheda di rete non è connesso. Questa correzione non si è tutti gli scenari in modo corretto e genera un'eccezione quando c'è un modello con una scheda di rete connessa, e quindi si cerca di modificare l'indirizzo statico per scollegare l'adattatore di rete.

  • Problema 15
    Registra aggiornamento cumulativo 6, non appena un host entra in modalità legacy, non tornare a gestione degli eventi per 20 giorni. Di conseguenza, le proprietà di macchine Virtuali non vengono aggiornate e gli eventi non vengono ricevuti da HyperV per 20 giorni.

    Questo problema si verifica a causa di una modifica che è incluso in UR6 che imposta la scadenza come 20 giorni per la modalità di gestione degli eventi e la modalità legacy. L'aggiornamento precedente, che deve essere eseguita idealmente dopo 2 minuti, viene ora eseguito dopo 20 giorni; e fino ad allora, gestione degli eventi è disattivato.

    Soluzione:
    Per risolvere questo problema, eseguire manualmente l'aggiornamento precedente dall'aggiornamento di VM.

  • Problema 16
    Post-UR7, l'eliminazione di una rete virtuale non pulisce correttamente le risorse del cluster per il Gateway di virtualizzazione di rete. In questo modo il ruolo di cluster (gruppo di cluster) passare allo stato di errore quando si verifica un failover del ruolo HNV gateway cluster. In questo modo uno stato di errore sul gateway, come nell'immagine riportata di seguito:

    Screen shot


Come ottenere e installare l'aggiornamento cumulativo 8 per System Center 2012 R2 di Virtual Machine Manager

Informazioni sul download

I pacchetti di aggiornamento per Virtual Machine Manager sono disponibili da Windows Update o tramite download manuale.

Windows Update

Come ottenere e installare un pacchetto di aggiornamento da Windows Update, attenersi alla seguente procedura su un computer in cui è installato un componente di Virtual Machine Manager:

  1. Fare clic su Start e quindi fare clic su Pannello di controllo.

  2. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Windows Update.

  3. Nella finestra Windows Update, fare clic su Verificare in linea per gli aggiornamenti da Microsoft Update.

  4. Fare clic su aggiornamenti importanti.

  5. Selezionare il pacchetto di rollup di aggiornamento e quindi fare clic su OK.

  6. Fare clic su Installa gli aggiornamenti per installare il pacchetto di aggiornamento.

Catalogo di Microsoft Update

Visitare i seguenti siti Web per scaricare manualmente i pacchetti di aggiornamento dal catalogo di Microsoft Update:

Download Download del pacchetto di aggiornamento del Server.

Download Download del pacchetto di aggiornamento della Console di amministrazione.

Download Download del pacchetto di aggiornamento dell'agente di Guest.Importante Si sono apportate modifiche all'agente di Guest in UR8. Se esegue l'aggiornamento da UR7 non è necessaria alcuna operazione per l'agente di Guest. Tuttavia, se si utilizza una versione precedente alla UR7, è necessario installare l'agente di Guest che è stato rilasciato in UR7.

Per installare manualmente i pacchetti di aggiornamento, eseguire il seguente comando da un prompt dei comandi con privilegi elevato:

/update Msiexec.exe packagename

Ad esempio, per installare il pacchetto di aggiornamento cumulativo 8 per un server di System Center 2012 Virtual Machine Manager SP1 (KB3096389), eseguire il comando seguente:

msiexec.exe /update kb3096389_vmmserver_amd64.msp
Nota: Eseguire un aggiornamento cumulativo 8 per aggiornare sul server VMM richiede l'installazione della Console VMM e aggiornamenti Server. Informazioni su come installare, rimuovere o verificare gli aggiornamenti cumulativi per Virtual Machine Manager 2012 R2.

File aggiornati in questo aggiornamento cumulativo

Per un elenco dei file che vengono modificati in questo aggiornamento cumulativo, fare clic qui.

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×