Sintomi

Le procedure per la copia e lo spostamento di file sono le stesse per Microsoft Windows 2000 Server e Microsoft Windows 2000 Professional così come per Microsoft Windows NT 4,0 e versioni precedenti. La differenza principale è l'ereditarietà automatica delle autorizzazioni in Microsoft Windows 2000.

Quando un file viene copiato da una posizione a un'altra, sia nello stesso volume che in quello diverso, viene creato un nuovo file nel percorso di destinazione. Il file eredita le autorizzazioni, l'elenco di controllo di accesso (ACL) dalla relativa cartella padre.

Quando un file viene spostato da una posizione a un'altra nello stesso volume, il file mantiene il relativo descrittore di sicurezza. Solo il puntatore alla risorsa viene modificato.

Quando un file viene spostato da una posizione a un'altra in un volume diverso, si comporta in modo simile alla copia, ad eccezione del fatto che il file viene eliminato dalla posizione di origine. Il file spostato eredita l'autorizzazione dalla cartella padre.

Risoluzione

Per trasferire un file all'interno dello stesso volume e farlo ereditare dalla cartella padre, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Prima di spostare il file, deselezionare la casella di controllo Consenti la propagazione delle autorizzazioni ereditabili dall'elemento padre all'oggetto .

  2. Fare clic su copia per copiare le autorizzazioni correnti nell'oggetto.

  3. Sposta il file o la cartella in una posizione diversa nello stesso volume.

  4. Fare clic su Consenti autorizzazioni ereditabili dall'elemento padre per propagarsi a questo oggetto.

  5. Fare clic su Applica.

    Le autorizzazioni della cartella padre vengono aggiunte al descrittore di sicurezza di questo oggetto.

Ulteriori informazioni

I file e le cartelle sono oggetti di sicurezza. A ogni oggetto di sicurezza è associato un descrittore di sicurezza. Il record della tabella file master (MFT) che definisce il contenuto del file o della cartella ha un puntatore a un $Security attributo _Descriptor.


Un descrittore di sicurezza contiene un elenco di controllo di accesso discrezionale (DACL), costituito da un elenco di voci di controllo di accesso (ACE). Ogni ACE è costituito da un numero di identificazione di sicurezza (SID), insieme a un elenco di Access a cui l'entità di sicurezza, a cui fa riferimento il SID, è associata alla risorsa.

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze

Esplora i corsi di formazione >

Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche

Partecipa a Microsoft Insider >

Queste informazioni sono risultate utili?

Come valuti la qualità della lingua?
Cosa ha influito sulla tua esperienza?

Grazie per il feedback!

×