Guida alla risoluzione dei problemi della barra multifunzione

Il primo passaggio consiste nel scegliere uno degli elementi di questo elenco dei tipi più comuni di problemi della barra dei comandi della barra multifunzione.

Quale delle opzioni seguenti descrive meglio il problema della barra multifunzione?

Un pulsante può essere nascosto a causa di una regola di Abilitazione o di una regola di visualizzazione per il comando associato al pulsante che valuta false. Potrebbe essere che il comando associato abbia una regola di visualizzazione "MSCRM. HideOnModern" che nasconderebbe il pulsante nelle applicazioni di interfaccia unificata. Potrebbe anche essere stato creato un HideCustomAction che costringerebbe il pulsante ad essere nascosto. Se l'utente è offline, i comandi personalizzati e i comandi predefiniti senza la regola Enable "MSCRM. IsEntityAvailableForUserInMocaOffline" non verranno visualizzati. 

Avviso: Qualsiasi regola di visualizzazione di tipo EntityPrivilegeRule con uno dei seguenti valori PrivilegeType, "Crea" | "Scrivi" | "Elimina" | "Assegna" | "Condividi", restituirà false se l'entità ha abilitato "Sola lettura nei dispositivi mobili". Questo costringerà l'entità a consentire solo il privilegio di "Lettura". Esempi di alcune delle regole di sistema predefinite più comuni, che restituiranno false quando il contrassegno "Sola lettura su dispositivi mobili" è abilitato sull'entità, sono i seguenti, ma non limitati solo a questo elenco: Mscrm.CreateSelectedEntityPermission, Mscrm.CanSavePrimary , Mscrm.CanWritePrimary, Mscrm.CanWriteSelected, Mscrm.WritePrimaryEntityPermission, Mscrm.WriteSelectedEntityPermission, Mscrm.CanDeletePrimary, Mscrm.DeletePrimaryEntityPermission, Mscrm.DeleteSelectedEntityPermission, Mscrm.AssignSelectedEntityPermission, Mscrm.SharePrimaryPermission, Mscrm.ShareSelectedEntityPermission. Puoi modificare l'entità e deselezionare "Sola lettura su dispositivi mobili" per consentire a queste regole di essere valutate come true, a condizione che il privilegio testato dalla regola sia concesso anche all'utente. Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

Useremo uno strumento in-app chiamato verifica comandi per esaminare le definizioni dei componenti della barra multifunzione per determinare il motivo per cui il pulsante è nascosto.

Per abilitare il controllo ortografico, è necessario aggiungere il parametro & ribbondebug=trueall'URL dell'applicazione D365. Ad esempio: https://yourorgname.crm.dynamics.com/main.aspx?appid=9ab590fc-d25e-ea11-a81d-000d3ac2b3e6&ribbondebug=true

  1. Passare alla pagina nell'applicazione in cui deve essere visualizzato il pulsante.

  2. Individuare la barra dei comandi in cui dovrebbe essere visualizzato il pulsante.

  3. Fare clic su "controllo comandi" Icona del pulsante Verifica comandi(può essere elencato nel menu Menu a comparsa di overflow "altro")

  4. Trovare e fare clic sul pulsante nell'elenco dei pulsanti visualizzati nel riquadro più a sinistra della verifica comandi. I pulsanti non visibili saranno contrassegnati da un tipo di carattere deaccentuato e corsivo insieme al termine "(nascosto)". L'esempio seguente mostra che il pulsante "nuovo" nella pagina della griglia dell'entità contatto non è visibile ed è rappresentato da un elemento etichettato come "nuovo (nascosto)". Nota: Se il pulsante non è elencato, potrebbe essere dovuto a una personalizzazione di HideCustomAction che potrebbe essere stata installata oppure il comando associato ha una regola di visualizzazione "MSCRM. HideOnModern". Al momento della scrittura di questa guida, il controllo comandi non elenca i pulsanti nascosti da un HideCustomAction o dalla regola di visualizzazione "MSCRM. HideOnModern". Stiamo lavorando per aumentare questo elenco per includere queste informazioni in un aggiornamento futuro. Controllo comandi-contatto-pulsante nuovo

  5. Fare clic sulla scheda "Proprietà comando" per visualizzare i dettagli del comando per questo pulsante. In questo modo verranno visualizzate le regole Enable e display, insieme al risultato (vero, falso, saltato) di ogni valutazione della regola. L'esempio seguente mostra il comando "New (Hidden)" del pulsante per essere "MSCRM. NewRecordFromGrid" ed è presente una regola Enable denominata "New. Contact. EnableRule. EntityRule" che ha valutato False, di conseguenza il pulsante sarà nascosto. Controllo comandi-contatto-nuovo comando-regole

  6. Espandere la regola Enable "New. Contact. EnableRule. EntityRule" facendo clic sul simbolo "Chevron" icona per visualizzare i dettagli della regola. Per capire perché una regola restituisce vero o falso, è necessario un po' di comprensione del tipo di regola. Per informazioni dettagliate su ogni tipo di regola, vedere definire le regole di abilitazione della barra multifunzionee definire le regole di visualizzazione della barra multifunzione. L'esempio seguente mostra che il tipo di regola è "Entity" e il nome logico dell'entità è "account", poiché l'entità corrente è "Contact", che non è uguale a "account", questa regola restituisce false. Controllo comandi-contatto-nuovo comando-regola espansa

  7. L'approccio necessario per correggere la visibilità di un pulsante dipende dalle varie personalizzazioni nello scenario specifico. Considerando il nostro esempio, supponiamo che questa regola sia stata creata erroneamente, in modo che l'entità dichiarata nella regola sia stata progettata per essere "Contact" ma è stata impostata su "account". Potremmo modificare la regola Enable "New. Contact. EnableRule. EntityRule" e apportare modifiche che consentano alla regola di restituire true. O forse, questa regola è stata aggiunta al comando involontariamente. Potremmo modificare il comando "MSCRM. NewRecordFromGrid" e rimuovere la regola Enable "New. Contact. EnableRule. EntityRule" dalla definizione del comando. Oppure, se il comando è un override di una definizione pubblicata da Microsoft, questa versione personalizzata del comando potrebbe essere eliminata per ripristinare la funzionalità predefinita. Selezionare una delle opzioni di ripristino seguenti:

Un pulsante verrà reso visibile se tutte le regole Enable e display per il comando associato al pulsante restituiscono true. In caso di imprevisti, è possibile che la definizione del comando sia stata sostituita e che non sia attiva o regole di visualizzazione o che le definizioni di regola vengano ignorate e che il pulsante sia visibile quando si prevede che venga nascosto.

Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

Useremo uno strumento in-app chiamato verifica comandi per esaminare le definizioni dei componenti della barra multifunzione per determinare il motivo per cui il pulsante è visibile in modo imprevisto.

Per abilitare il controllo ortografico, è necessario aggiungere il parametro & ribbondebug=trueall'URL dell'applicazione D365. Ad esempio: https://yourorgname.crm.dynamics.com/main.aspx?appid=9ab590fc-d25e-ea11-a81d-000d3ac2b3e6&ribbondebug=true

  1. Passare alla pagina nell'applicazione in cui è visualizzato il pulsante.

  2. Individuare la barra dei comandi in cui è visibile il pulsante.

  3. Fare clic su "controllo comandi" Icona del pulsante Verifica comandi Button (può essere elencato nel menu a comparsa di overflow "altro")

  4. Trovare e fare clic sul pulsante nell'elenco dei pulsanti visualizzati nel riquadro più a sinistra della verifica comandi. I pulsanti non visibili saranno contrassegnati da un tipo di carattere deaccentuato e corsivo insieme al termine "(nascosto)". I pulsanti visibili verranno visualizzati con l'etichetta nel tipo di carattere Normal. L'esempio seguente mostra che ci sono due pulsanti "appuntamento" nella pagina della griglia delle attività e che si prevede che sia nascosta. Command Checker - Appointment - Button

  5. Fare clic sulla scheda "Proprietà comando" per visualizzare i dettagli del comando per questo pulsante. In questo modo verranno visualizzate le azioni, le regole di abilitazione e le regole di visualizzazione, insieme al risultato (vero, falso, saltato) di ogni valutazione della regola. Rivedere le regole Enable e display, se si prevede che una determinata regola debba essere valutata in falso, è possibile che la regola non sia correttamente personalizzata o che le circostanze necessarie per restituire un risultato falso non vengano soddisfatte. In questo caso, passare al passaggio 9, altrimenti è possibile che il comando non presenti una regola o regole e verranno visualizzati i layer della soluzione dei comandi per un'ulteriore analisi. Command Checker - Appointment - Command

  6. Fare clic sul collegamento "Visualizza livelli soluzione di definizione dei comandi" sotto il nome del comando per visualizzare la soluzione o le soluzioni che hanno installato una definizione del comando. Command Checker - Appointment - Command - View Solution Layers

  7. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. Se è presente un solo livello di soluzione, passare al passaggio 9, in caso contrario selezionare i primi due livelli di soluzione (se si ha un layer nella soluzione attiva, ma non è elencato nella parte superiore, selezionare il livello della soluzione attiva e quindi la riga superiore) e fare clic su "Confronta". Command Checker - Appointment - Command - Solution Layers

  8. Il confronto tra la definizione attiva corrente e la definizione inattiva precedente verrà visualizzata mostrando le differenze, se presenti. L'esempio seguente mostra che la definizione attiva non gestita è stata personalizzata con la rimozione di una regola di visualizzazione "MSCRM. HideOnModern" inclusa nel layer inattivo msdynce_ActivitiesPatch Microsoft Published Solution. Command Checker - Appointment - Command - Solution Layers - Compared

  9. L'approccio necessario per correggere la visibilità di un pulsante dipende dalle varie personalizzazioni nello scenario specifico. Se hai stabilito che una regola viene valutata in modo errato in falso e se la definizione della regola non è definita correttamente, devi modificare la definizione della regola e apportare modifiche che consentano alla regola di restituire false in circostanze appropriate. Se la definizione della regola è corretta, è possibile che i requisiti che rendono falsa la regola restituita non vengano soddisfatte, ad esempio un valore di campo o un privilegio di sicurezza non è assegnato correttamente. A seconda della definizione della regola, i requisiti possono variare notevolmente, vedere definire le regole di abilitazione della barra multifunzionee definire le regole per la visualizzazione della barra multifunzione.  Considerando il nostro esempio, il comando è stato personalizzato con la rimozione di una regola di visualizzazione "MSCRM. HideOnModern". Questa regola di visualizzazione è destinata a nascondere questo particolare pulsante dall'essere visualizzata nelle applicazioni di interfaccia unificata e può essere visibile solo nell'interfaccia client Web legacy. Potremmo modificare la versione personalizzata del comando e aggiungere la regola di visualizzazione mancante "MSCRM. HideOnModern" alla definizione del comando. Poiché si tratta di un override personalizzato di una definizione pubblicata da Microsoft e non sono state apportate altre modifiche intenzionali, è consigliabile che questa versione personalizzata del comando venga eliminata per ripristinare la funzionalità predefinita.

Selezionare una delle opzioni seguenti per il ripristino:

Esistono diversi fattori che possono causare il corretto funzionamento di un'azione di un pulsante. Questi sono in genere dovuti a personalizzazioni della barra multifunzione non valide in cui la definizione del comando associata del pulsante viene dichiarata in modo errato. 

Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

Se un comando non è dichiarato correttamente, fare clic su un pulsante può semplicemente non eseguire alcuna operazione o visualizzare un errore.

Seleziona una delle opzioni seguenti che corrispondano meglio alla tua situazione per aiutarci a fornire la migliore risoluzione:

  1. Fare clic su "Visualizza livelli soluzione di definizione della regola" sotto il nome della regola per visualizzare le soluzioni che hanno installato una definizione della regola. Controllo comandi-contatto-nuovo collegamento livelli soluzione regole comando

  2. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. L'immagine seguente mostra i livelli di soluzione per la regola Enable nell'esempio e indica che c'è un livello di soluzione in questo caso e che si tratta di una personalizzazione non gestita come indicato dalla soluzione intitolata "Active". Lo scenario effettivo può essere diverso, ma non è possibile un livello di soluzione "attivo", potrebbe essere disponibile una soluzione gestita e il nome della soluzione verrà elencato qui.  Controllo comandi-contatto-nuovi livelli di soluzione per la regola dei comandi

  3. Ora che abbiamo esaminato i livelli della soluzione e identificato la soluzione che ha installato la personalizzazione, dobbiamo correggere la definizione nella soluzione appropriata.  Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano allo specifico scenario.

 

Per correggere un comando, è necessario determinare quale soluzione ha installato la personalizzazione.

  1. Fare clic sul collegamento "Visualizza livelli soluzione di definizione dei comandi" sotto il nome del comando per visualizzare la soluzione o le soluzioni che hanno installato una definizione del comando. Command Checker - Contact - New Command Solution Layers Link

  2. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. L'immagine seguente mostra i livelli di soluzione per il comando nell'esempio e indica che è presente un livello di soluzione in questo contatto e che si tratta di una personalizzazione non gestita come indicato dalla soluzione intitolata "Active". Lo scenario effettivo può essere diverso, potresti non avere un livello di soluzione "attivo", ma potresti avere una soluzione gestita e il nome della soluzione sarà elencato qui.  Command Checker - Contact - New Command Solution Layers

  3. Ora che abbiamo esaminato i livelli della soluzione e identificato la soluzione che ha installato la personalizzazione, dobbiamo correggere la definizione nella soluzione appropriata.  Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano allo specifico scenario.

Per correggere una regola di attivazione/visualizzazione nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo il RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo la nuova versione di questa soluzione contenente la definizione della regola attiva/Visualizza. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "Contact" e la regola Enable che deve essere risolta è "New. Contact. EnableRule. EntityRule" ed è dichiarata nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nell'elenco livelli soluzione del controllore comandi per la regola Enable e il livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l' entità in cui è definita la regola di attivazione/visualizzazione (in questo esempio si tratta di "contatto") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine.

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare la regola Enable/display (nell'esempio, l'ID della regola Enable è "New. Contact. EnableRule. EntityRule", quindi individuare il nodo seguente) Abilitare la definizione della regola che richiede la correzione

  14. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie alla regola di abilitazione/visualizzazione che consentirà alla regola di restituire true in base alle condizioni corrette per correggere la regola. Per altre informazioni sulla dichiarazione delle regole, vedere definire le regole per l' Abilitazione della barramultifunzione e definire le regole di visualizzazione della barra In base al nostro esempio, cambieremo la definizione della regola come segue. Abilitare la correzione della definizione della regola

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se la regola Enable/display non è specifica dell'entità, è invece applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, quindi la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nell'elenco livelli soluzione del controllore comandi per la regola Abilita/Visualizza e il livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare la regola di attivazione/visualizzazione

  13. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie alla regola di abilitazione/visualizzazione che consentirà alla regola di restituire true in base alle condizioni corrette per correggere la regola. Per altre informazioni sulla dichiarazione delle regole, vedere definire le regole per l' Abilitazione della barramultifunzione e definire le regole di visualizzazione della barra

  14. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  15. Importare il file della soluzione

  16. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per correggere una regola di abilitazione/visualizzazione installata da una soluzione gestita personalizzata creata, è necessario completare la procedura descritta in precedenza per l'opzione "la regola Abilita/Visualizza si trova nella soluzione attiva non gestita" nell'organizzazione di sviluppo separata che contiene la versione di origine non gestita della soluzione personalizzata utilizzata per creare la soluzione gestita personalizzata. Dopo aver completato questi passaggi, si esporterà una nuova versione gestita della soluzione che può essere importata nell'organizzazione interessata per correggere le personalizzazioni.

  1. Nell'organizzazione di sviluppo separata con la versione di origine non gestita della soluzione personalizzata completare i passaggi indicati in precedenza per l'opzione denominata "la regola di attivazione/visualizzazione si trova nella soluzione attiva non gestita"

  2. Incrementare la versione della soluzione personalizzata

  3. Esporta soluzione come gestito

  4. Nell'organizzazione separata interessata importare questa nuova versione della soluzione gestita personalizzata

Per correggere una regola di abilitazione/visualizzazione installata da una soluzione gestita personalizzata creata da un fornitore di terze parti/ISV, è necessario contattare l'autore della soluzione e richiedere una nuova versione della soluzione che contiene la definizione di regola di Abilita/visualizzazione fissa e installare questa nuova soluzione nell'organizzazione interessata. 

Per correggere una regola di attivazione/visualizzazione installata da una soluzione gestita pubblicata da Microsoft, potrebbe essere necessario installare una versione più recente della soluzione, che in genere verrà eseguita durante un aggiornamento del rilascio. È possibile che sia stato identificato un bug che deve essere ancora risolto. Contattare il supporto tecnico per assistenza.

Se c'è un altro livello di soluzione che contiene una definizione funzionante del comando, è possibile eliminare la definizione per ripristinare la definizione di lavoro inattiva.

Se questo è l'unico layer e il comando non è più necessario, è possibile rimuoverlo dalla soluzione se nessun altro pulsante fa riferimento al comando.

Per eliminare un comando, è necessario determinare quale soluzione ha installato la personalizzazione:

  1. Fare clic sul collegamento "Visualizza livelli soluzione di definizione dei comandi" sotto il nome del comando per visualizzare la soluzione o le soluzioni che hanno installato una definizione del comando. Command Checker - Contact - New Command Solution Layers Link

  2. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. L'immagine seguente mostra i livelli di soluzione per il comando nell'esempio e indica che esiste un livello di soluzione per l'entità "Contact" che si tratta di una personalizzazione non gestita, come indicato dalla soluzione intitolata "Active". Lo scenario effettivo può essere diverso, potresti non avere un livello di soluzione "attivo", ma potresti avere una soluzione gestita e il nome della soluzione sarà elencato qui.  Command Checker - Contact - New Command Solution Layers

  3. Ora che abbiamo esaminato i livelli della soluzione e identificato la soluzione che ha installato la personalizzazione, dobbiamo correggere la definizione nella soluzione appropriata.  Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano allo scenario specifico:

Per correggere un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione contenente la definizione di comando fissa. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "Contact" e il comando che deve essere risolto è "MSCRM. NewRecordFromGrid" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l' entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "contatto") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine.

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. NewRecordFromGrid", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Contact - New Command Definition

  14. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzione. In base al nostro esempio, modifichiamo il CommandDefinition rimuovendo la regola Enable "New. Contact. EnableRule. EntityRule" che causa la scomparsa del pulsante. Command Checker - Contact - New Command Definition Fixed

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzione.

  14. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  15. Importare il file della soluzione

  16. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per correggere un comando installato da una soluzione gestita personalizzata creata, è necessario completare la procedura descritta in precedenza per l'opzione denominata "il comando è nella soluzione attiva non gestita" nell'organizzazione di sviluppo separata con la versione di origine non gestita della soluzione personalizzata utilizzata per creare la soluzione gestita personalizzata. Dopo aver completato questi passaggi, si esporterà una nuova versione gestita della soluzione che può essere importata nell'organizzazione interessata per correggere le personalizzazioni.

  1. Nell'organizzazione di sviluppo separata con la versione di origine non gestita della soluzione personalizzata completare la procedura indicata sopra per l'opzione denominata "il comando è nella soluzione attiva non gestita"

  2. Incrementare la versione della soluzione personalizzata

  3. Esporta soluzione come gestito

  4. Nell'organizzazione separata interessata importare questa nuova versione della soluzione gestita personalizzata

Per correggere un comando installato da una soluzione gestita personalizzata creata da un fornitore di terze parti/ISV, è necessario contattare l'autore della soluzione e richiedere una nuova versione della soluzione che contiene la definizione di comando fissa e installare questa nuova soluzione nell'organizzazione interessata. 

Per correggere un comando installato da una soluzione gestita pubblicata da Microsoft, potrebbe essere necessario installare una versione più recente della soluzione, che in genere verrà eseguita durante un aggiornamento del rilascio. È possibile che sia stato identificato un bug che deve essere ancora risolto. Contattare il supporto tecnico per assistenza.

Per eliminare un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione in cui questo comando è stato rimosso per eliminare il componente. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "Contact" e il comando che deve essere eliminato è "MSCRM. NewRecordFromGrid" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l'entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "contatto") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine .

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. NewRecordFromGrid", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Contact New Command - XML

  14. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition specifico che contiene l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti. In base al nostro esempio, eliminiamo il nodo CommandDefinition con ID = "MSCRM. NewRecordFromGrid") Command Checker - Contact New Command - XML removed

  15. Salvare il file customizations. XML

  16. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  17. Importare il file della soluzione

  18. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition con l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per eliminare un comando installato da una soluzione gestita personalizzata creata, è necessario completare la procedura descritta in precedenza per l'opzione denominata "il comando è nella soluzione attiva non gestita" nell'organizzazione di sviluppo separata con la versione di origine non gestita della soluzione personalizzata utilizzata per creare la soluzione gestita personalizzata. Dopo aver completato questi passaggi, si esporterà una nuova versione gestita della soluzione che può essere importata nell'organizzazione interessata per correggere le personalizzazioni.

  1. Nell'organizzazione di sviluppo separata con la versione di origine non gestita della soluzione personalizzata completare la procedura indicata sopra per l'opzione denominata "il comando è nella soluzione attiva non gestita"

  2. Incrementare la versione della soluzione personalizzata

  3. Esporta soluzione come gestito

  4. Nell'organizzazione separata interessata importare questa nuova versione della soluzione gestita personalizzata

Per eliminare un comando installato da una soluzione gestita personalizzata creata da un fornitore di terze parti/ISV, è necessario contattare l'autore della soluzione e richiedere una nuova versione della soluzione che abbia rimosso la definizione di comando specifica e quindi installare questa nuova soluzione nell'organizzazione interessata. 

Se si riceve un errore di script simile al seguente:

"Raccolta azioni JavaScript non valida: [nome script] non è una risorsa Web e non è supportata".

Script Error - Invalid JavaScript Action Library - is not a web resource

Questa operazione è causata da una personalizzazione del comando della barra multifunzione non valida che ha dichiarato una raccolta errata nel JavaScriptFunction del comando.

Useremo uno strumento in-app chiamato verifica comandi per esaminare le definizioni dei componenti della barra multifunzione per aiutarci a determinare come risolvere il problema.

Per abilitare il controllo ortografico, è necessario aggiungere il parametro & ribbondebug=trueall'URL dell'applicazione D365. Ad esempio: https://yourorgname.crm.dynamics.com/main.aspx?appid=9ab590fc-d25e-ea11-a81d-000d3ac2b3e6&ribbondebug=true

  1. Passare alla pagina nell'applicazione in cui è visualizzato il pulsante.

  2. Individuare la barra dei comandi in cui è visualizzato il pulsante.

  3. Fare clic su "controllo comandi" Icona del pulsante Verifica comandi Button (può essere elencato nel menu a comparsa di overflow "altro")

  4. Trovare e fare clic sul pulsante nell'elenco dei pulsanti visualizzati nel riquadro più a sinistra della verifica comandi per visualizzare le proprietà Button e Command. L'esempio seguente mostra che il pulsante "nuovo" nella pagina del modulo dell'entità account è visibile e viene rappresentato da un elemento denominato "nuovo". Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - New button

  5. Fare clic sulla scheda "Proprietà comando" per visualizzare i dettagli del comando per questo pulsante. Verrà visualizzata la dichiarazione Actions e JavaScriptFunction, nonché tutte le regole di abilitazione/visualizzazione, insieme al risultato (vero, falso, saltato) di ogni valutazione della regola.  Espandere il JavaScriptFunction facendo clic sull'icona "Chevron" per visualizzare i dettagli della dichiarazione di funzione. La proprietà Library deve essere una risorsa Web JavaScript ed essere preceduta da "$webresource:". L'esempio seguente mostra che la proprietà Library è "/_static/_common/scripts/RibbonActions.js", che non è un percorso di una risorsa Web JavaScript valida. Dovremmo rivedere i livelli di soluzione del comando per cercare di identificare il valore corretto per risolvere il problema. Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library

  6. Fare clic sul collegamento "Visualizza livelli soluzione di definizione dei comandi" sotto il nome del comando per visualizzare la soluzione o le soluzioni che hanno installato una definizione del comando. Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - View Solution Layers

  7. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. L'immagine seguente mostra i livelli di soluzione per il comando nell'esempio e indica che sono presenti due livelli di soluzione e uno è una personalizzazione non gestita, come indicato dalla soluzione intitolata "Active" e l'altra dalla soluzione di sistema pubblicata da Microsoft. Lo scenario effettivo può essere diverso, potresti non avere un livello di soluzione "attivo", ma potresti avere una soluzione gestita e il nome della soluzione sarà elencato qui.  Selezionare le prime due righe e fare clic su "Confronta" per visualizzare un confronto tra le definizioni introdotte da ogni soluzione. Se si ha un solo livello di soluzione, si ignorerà questo passaggio. Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - Solution Layers

  8. Il confronto tra le definizioni dei comandi mostrerà le eventuali differenze tra i due layer. L'esempio seguente mostra chiaramente che il valore della raccolta è diverso. La voce non gestita della soluzione attiva è impostata su un percorso errato "/_static/_common/scripts/RibbonActions.js" (il percorso specifico potrebbe essere leggermente diverso) e la definizione predefinita di Microsoft ha impostato la raccolta su "$webresoure: Main_system_library. js", che è un percorso supportato per questo particolare comando (questo valore può essere diverso a seconda del comando specifico). L'unico percorso supportato è quello che inizia con "$webresource:" e termina con il nome di una risorsa Web JavaScript valida. Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - Solution Layers Comparison

  9. Ora che abbiamo esaminato i livelli della soluzione e identificato la soluzione che ha installato la personalizzazione, dobbiamo correggere la definizione nella soluzione appropriata.  Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano allo scenario specifico:

Quando si fa clic su un pulsante e non succede nulla, questo è in genere causato da una configurazione non corretta del comando associato al pulsante.

Gli errori di configurazione dei comandi seguenti quando si dichiara il JavaScriptFunction dell' azionepossono comportare un pulsante per sembrare come se non fa nulla quando si fa clic su:

  • Funzionename non valida : se il nome della funzione JavaScript non corrisponde a un nome di funzione valido nella risorsa Web JavaScript assegnata alla proprietà Library, il pulsante non eseguirà alcuna operazione.

  • Raccolta non valida : se il percorso non fa riferimento a una risorsa Web JavaScript valida o non è preceduto da "$WebResource", il pulsante non funzionerà.

  • Parametri mancanti : se la funzione JavaScript prevede parametri specifici e la definizione del comando non li dichiara, il pulsante non funzionerà correttamente.

  • Tipo di parametro o ordine non corretto : se i parametri vengono dichiarati con un tipo errato o sono in un ordine diverso rispetto a come sono elencati nella dichiarazione della funzione JavaScript, il pulsante potrebbe non funzionare come previsto.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione, vedere definire le azioni della barra multifunzione .

Se le configurazioni precedenti sono corrette, è possibile che ci sia un errore di codice JavaScript. Se la funzione JavaScript personalizzata viene codificata in modo non corretto e semplicemente non richiama il comportamento previsto, il pulsante non funzionerà come previsto.  Se si identifica uno degli errori di configurazione descritti sopra, correggere la definizione del comando per risolvere il problema. In caso contrario, potrebbe essere necessario eseguire il debug e correggere il codice della funzione JavaScript affinché il pulsante funzioni correttamente.

Identifichiamo il comando del pulsante e la soluzione che ha installato la definizione.

Useremo uno strumento in-app chiamato verifica comandi per esaminare le definizioni dei componenti della barra multifunzione per determinare il motivo per cui il pulsante fa clic su risultati in un errore.

Per abilitare il controllo ortografico, è necessario aggiungere il parametro & ribbondebug=trueall'URL dell'applicazione D365. Ad esempio: https://yourorgname.crm.dynamics.com/main.aspx?appid=9ab590fc-d25e-ea11-a81d-000d3ac2b3e6&ribbondebug=true

  1. Passare alla pagina nell'applicazione in cui è visualizzato il pulsante.

  2. Individuare la barra dei comandi in cui è visibile il pulsante.

  3. Fare clic su "controllo comandi" Icona del pulsante Verifica comandi Button (può essere elencato nel menu a comparsa di overflow "altro")

  4. Trovare e fare clic sul pulsante nell'elenco dei pulsanti visualizzati nel riquadro più a sinistra della verifica comandi. I pulsanti non visibili saranno contrassegnati da un tipo di carattere deaccentuato e corsivo insieme al termine "(nascosto)". I pulsanti visibili verranno visualizzati con l'etichetta nel tipo di carattere Normal. Fare clic sulla scheda "Proprietà comando" per visualizzare i dettagli del comando per questo pulsante. Command Checker - Button Error - Button

  5. "Proprietà comando" visualizzerà le azioni e la configurazione di JavaScriptFunction corrispondente. Fare clic sul collegamento "Visualizza livelli soluzione di definizione dei comandi" sotto il nome del comando per visualizzare la soluzione o le soluzioni che hanno installato una definizione del comando. Command Checker - Button Error - Command

  6. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. Se è presente un solo livello di soluzione, passare al passaggio 8, in caso contrario selezionare i primi due livelli di soluzione (se si ha un layer nella soluzione attiva, ma non è elencato nella parte superiore, selezionare il livello della soluzione attiva e quindi la riga superiore) e fare clic su Confronta. Command Checker - Button Error - Command - Solution Layers

  7. Il confronto tra la definizione attiva corrente e la definizione inattiva precedente verrà visualizzata mostrando le differenze, se presenti. L'esempio seguente mostra che la definizione attiva non gestita è stata personalizzata specificando la Funzionename in modo non corretto rispetto all'altra definizione inattiva nel layer della soluzione di sistema pubblicata da Microsoft. La Funzionename dovrebbe essere "XrmCore. Commands. Delete. deletePrimaryRecord", ma la definizione personalizzata ha dichiarato la Funzionename = "deletePrimaryRecord", che non succederà quando si fa clic sul pulsante perché non è possibile trovare la funzione. Command Checker-Command-Does Nothing-confronto tra livelli di soluzione

  8. L'approccio necessario per correggere le funzionalità di azione di un pulsante dipende dalle varie personalizzazioni nello scenario specifico. Considerando il nostro esempio, il comando è stato personalizzato specificando una Funzionename non corretta. Potremmo modificare la versione personalizzata del comando e correggere la funzione. Poiché si tratta di un override personalizzato di una definizione pubblicata da Microsoft e non sono state apportate altre modifiche intenzionali, è consigliabile che questa versione personalizzata del comando venga eliminata per ripristinare la funzionalità predefinita.

Selezionare una delle opzioni seguenti per il ripristino:

Quando si fa clic su un pulsante della barra di comando della barra multifunzione e si verifica un errore, viene in genere causato da personalizzazioni dei comandi della barra multilinea errate

Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano meglio alla propria situazione:

Quando si fa clic su un pulsante e si verifica un errore, può essere causato da una configurazione non corretta del comando associato al pulsante o da JavaScript codificato in modo non corretto.

Identifichiamo il comando del pulsante e la soluzione che ha installato la definizione.

Useremo uno strumento in-app chiamato verifica comandi per esaminare le definizioni dei componenti della barra multifunzione per determinare il motivo per cui il pulsante fa clic su risultati in un errore.

Per abilitare il controllo ortografico, è necessario aggiungere il parametro & ribbondebug=trueall'URL dell'applicazione D365. Ad esempio: https://yourorgname.crm.dynamics.com/main.aspx?appid=9ab590fc-d25e-ea11-a81d-000d3ac2b3e6&ribbondebug=true

  1. Passare alla pagina nell'applicazione in cui è visualizzato il pulsante.

  2. Individuare la barra dei comandi in cui è visibile il pulsante.

  3. Fare clic su "controllo comandi" Icona del pulsante Verifica comandi Button (può essere elencato nel menu a comparsa di overflow "altro")

  4. Trovare e fare clic sul pulsante nell'elenco dei pulsanti visualizzati nel riquadro più a sinistra della verifica comandi. I pulsanti non visibili saranno contrassegnati da un tipo di carattere deaccentuato e corsivo insieme al termine "(nascosto)". I pulsanti visibili verranno visualizzati con l'etichetta nel tipo di carattere Normal. Fare clic sulla scheda "Proprietà comando" per visualizzare i dettagli del comando per questo pulsante. Command Checker - Button Error - Button

  5. "Proprietà comando" visualizzerà le azioni e la configurazione di JavaScriptFunction corrispondente. Fare clic sul collegamento "Visualizza livelli soluzione di definizione dei comandi" sotto il nome del comando per visualizzare la soluzione o le soluzioni che hanno installato una definizione del comando. Command Checker - Button Error - Command

  6. Il riquadro Livelli soluzione mostrerà i livelli di ciascuna definizione dei componente della barra multifunzione che è stata installata da una particolare soluzione. Il livello in cima all'elenco è la definizione corrente usata dall'applicazione, gli altri livelli sono inattivi e non sono usati dall'applicazione al momento. Se la soluzione in cima all’elenco viene disinstallata o viene installata una versione aggiornata che rimuove la definizione, il livello successivo diventerà la definizione attiva corrente usata dall'applicazione. Se è presente un solo livello di soluzione, passare al passaggio 9, in caso contrario selezionare i primi due livelli di soluzione (se si ha un layer nella soluzione attiva, ma non è elencato nella parte superiore, selezionare il livello della soluzione attiva e quindi la riga superiore) e fare clic su Confronta. Command Checker - Button Error - Command - Solution Layers

  7. Il confronto tra la definizione attiva corrente e la definizione inattiva precedente verrà visualizzata mostrando le differenze, se presenti. L'esempio seguente mostra che la definizione attiva non gestita è stata personalizzata specificando il primo parametro in modo non corretto rispetto all'altra definizione inattiva nel layer della soluzione di sistema pubblicata da Microsoft. La funzione si aspetta un singolo ID del record principale dichiarato dalla CrmParameter denominata "FirstPrimaryItemId", ma la definizione personalizzata ha dichiarato il CrmParameter "PrimaryItemIds" che causerà la generazione di un errore da parte dello script perché i parametri non corrispondono alla firma della funzione. Command Checker - Button Error - Command - Solution Layers Compared

  8. L'approccio necessario per correggere le funzionalità di azione di un pulsante dipende dalle varie personalizzazioni nello scenario specifico. Considerando il nostro esempio, il comando è stato personalizzato specificando il primo parametro in modo non corretto. Potremmo modificare la versione personalizzata del comando e correggere il parametro. Poiché si tratta di un override personalizzato di una definizione pubblicata da Microsoft e non sono state apportate altre modifiche intenzionali, è consigliabile che questa versione personalizzata del comando venga eliminata per ripristinare la funzionalità predefinita.

Selezionare una delle opzioni seguenti per il ripristino:

Per correggere un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione contenente la definizione di comando fissa. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "account" e il comando che deve essere risolto è "MSCRM. NewRecordFromForm" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l'entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "account") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine .

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. NewRecordFromForm", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - XML

  14. Modificare il> <RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzionee definire le azioni della barra multifunzione. In base al nostro esempio, modifichiamo la CommandDefinition impostando la raccolta = "$webresoure: Main_system_library. js" e assicurati che Funzioniname corrispondano, nel nostro esempio di Funzionename = "XrmCore. Commands. Open. openNewRecord") Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - XML fixed

  15. Salvare il file customizations. XML

  16. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  17. Importare il file della soluzione

  18. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare il> <RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzione e definire azioni della barra multifunzione.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

L'approccio per correggere il comando varia a seconda se la definizione è l'unica o se sono presenti altre definizioni inattive e se le modifiche sono state intenzionali.

Selezionare l'opzione che rispecchia lo scenario:

Per eliminare un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione in cui questo comando è stato rimosso per eliminare il componente. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "account" e il comando che deve essere eliminato è "MSCRM. NewRecordFromForm" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l'entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "account") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine .

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. NewRecordFromForm", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - XML

  14. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere lo specifico CommandDefinition. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti. In base al nostro esempio, eliminiamo il nodo CommandDefinition con ID = "MSCRM. NewRecordFromForm") Command Checker - Command - Invalid JavaScript Action Library - XML removed

  15. Salvare il file customizations. XML

  16. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  17. Importare il file della soluzione

  18. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition con l'ID corrispondente del comando che si vuole eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Se c'è un altro livello di soluzione che contiene una definizione funzionante di questo comando, è possibile eliminare questa definizione per ripristinare la successiva definizione di lavoro inattiva.

Se questo è l'unico layer e il comando non è più necessario, è possibile rimuoverlo dalla soluzione se nessun altro pulsante fa riferimento al comando.

Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano allo scenario specifico:

Se sono presenti modifiche al comando che è necessario mantenere, ma si vuole comunque che il pulsante venga nascosto nelle circostanze appropriate, è possibile aggiungere le regole di abilitazione/visualizzazione mancanti al comando anziché eliminare la definizione personalizzata.

Selezionare una delle opzioni seguenti che corrispondano allo scenario specifico:

Per eliminare un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione in cui questo comando è stato rimosso per eliminare il componente. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "ActivityPointer" e il comando che deve essere eliminato è "MSCRM. CreateAppointment" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l'entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "ActivityPointer") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine .

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. CreateAppointment", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Appointment - Command - XML

  14. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition specifico che contiene l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti. In base al nostro esempio, eliminiamo il nodo CommandDefinition con ID = "MSCRM. CreateAppointment") Command Checker - Appointment - Command - XML removed

  15. Salvare il file customizations. XML

  16. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  17. Importare il file della soluzione

  18. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition con l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Se si è determinato che mancano regole di abilitazione/visualizzazione nella definizione di comando, è possibile modificare il CommandDefinition e aggiungere le regole per ottenere il comportamento desiderato. Per correggere un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione contenente la definizione di comando fissa. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "ActivityPointer" e il comando che deve essere risolto è "MSCRM. CreateAppointment" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l' entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "ActivityPointer") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine.

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. CreateAppointment", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Appointment - Command - XML

  14. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzione. In base al nostro esempio, è possibile modificare il CommandDefinition aggiungendo la regola di visualizzazione "MSCRM. HideOnModern" che nasconde correttamente questo pulsante) Command Checker - Appointment - Command - XML fixed

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzione.

  14. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  15. Importare il file della soluzione

  16. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per correggere un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione contenente la definizione di comando fissa. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "account" e il comando che deve essere risolto è "MSCRM. DeletePrimaryRecord" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l' entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "account") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine.

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. DeletePrimaryRecord", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Button Error - Command - XML

  14. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzionee definire le azioni della barra multifunzione. In base al nostro esempio, modifichiamo la JavaScriptFunction di CommandDefinition impostando il valore della funzione "FirstPrimaryItemId". Command Checker - Button Error - Command - XML fixed

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare il> <RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzionee definire le azioni della barra multifunzione.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per eliminare un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione in cui questo comando è stato rimosso per eliminare il componente. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "account" e il comando che deve essere eliminato è "MSCRM. DeletePrimaryRecord" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l'entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "account") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine .

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. DeletePrimaryRecord", in modo da individuare il nodo seguente) Command Checker - Button Error - Command - XML

  14. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition specifico che contiene l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti. In base al nostro esempio, eliminiamo il nodo CommandDefinition con ID = "MSCRM. DeletePrimaryRecord") Command Checker - Button Error - Command - XML removed

  15. Salvare il file customizations. XML

  16. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  17. Importare il file della soluzione

  18. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition con l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per correggere un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione contenente la definizione di comando fissa. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

Avviso: Non rimuovere la regola di visualizzazione "Mscrm.HideOnModern" da un comando per forzare la visualizzazione di un pulsante nell’interfaccia unificata. I comandi con la regola di visualizzazione Mscrm.HideOnModern sono destinati all'interfaccia legacy del client Web e non sono supportati nell’interfaccia unificata, pertanto non potrebbero funzionare correttamente.

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "account" e il comando che deve essere risolto è "MSCRM. DeletePrimaryRecord" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l' entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "account") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine.

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. DeletePrimaryRecord", in modo da individuare il nodo seguente) Comando Checker-comando-non fa nulla-XML

  14. Modificare il ><RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzionee definire le azioni della barra multifunzione. In base al nostro esempio, modifichiamo la JavaScriptFunction di CommandDefinition impostando il valore della funzione "XrmCore. Commands. Delete. deletePrimaryRecord") Command Checker-Command-Does Nothing-XML risolto

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare il> <RibbonDiffXml e apportare le modifiche necessarie al CommandDefinition che consentirà al comando di funzionare correttamente in base alle circostanze corrette per correggere il comando. Per ulteriori informazioni sulla dichiarazione dei comandi, vedere definire i comandi della barra multifunzionee definire le azioni della barra multifunzione.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Per eliminare un comando nel layer della soluzione non gestita "attiva", esportiamo una soluzione non gestita contenente la barra multifunzione dell'entità o dell'applicazione e modifichiamo RibbonDiffXml nel file customizations. XML e quindi importiamo una nuova versione di questa soluzione in cui questo comando è stato rimosso per eliminare il componente. Vedere esportare, preparare la modifica e importare la barra multifunzione

In base al nostro scenario di esempio, abbiamo identificato che l'entità è "account" e il comando che deve essere eliminato è "MSCRM. DeletePrimaryRecord" ed è dichiarato nel layer della soluzione non gestita "attiva" da un Publisher denominato "DefaultPublisherCITTest". 

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo". In questo esempio si tratta di "DefaultPublisherCITTest"

  4. Fare clic su entità

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Selezionare l'entità in cui è definito il comando (in questo esempio si tratta di "account") e fare clic su OK .

  7. Assicurati di deselezionare "Includi metadati dell'entità" e deseleziona "Aggiungi tutti gli asset" prima di fare clic su fine .

  8. Fare clic su Salva

  9. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  10. Estrarre il file con estensione zip

  11. Aprire il file customizations. XML

  12. Individuare l'<Entity> node figlio del nodo di entità che si vuole modificare e individuare il nodo figlio <RibbonDiffXml>

  13. Individuare il CommandDefinition (in questo esempio, l'ID di CommandDefinition è "MSCRM. DeletePrimaryRecord", in modo da individuare il nodo seguente) Comando Checker-comando-non fa nulla-XML

  14. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition specifico che contiene l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti. In base al nostro esempio, eliminiamo il nodo CommandDefinition con ID = "MSCRM. DeletePrimaryRecord") Command Checker - Button Error - Command - XML removed

  15. Salvare il file customizations. XML

  16. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato al file Solution. zip

  17. Importare il file della soluzione

  18. Pubblicare tutte le personalizzazioni

Se il comando non è specifico di entità, ma è applicabile a "tutte le entità" dichiarate nella barra multifunzione dell'applicazione, la procedura sarà leggermente diversa, come indicato di seguito:

  1. Aprire Impostazioni avanzate

  2. Passare a Impostazioni -> soluzioni

  3. Fare clic su nuovo per creare una nuova soluzione, impostare Publisher sul valore visualizzato nella lista dei livelli di soluzione del controllo di comando e del livello di soluzione "attivo".

  4. Fare clic su estensioni client

  5. Fare clic su Aggiungi esistente

  6. Fare clic su barre multifunzione

  7. Fare clic su Salva

  8. Fare clic su Esporta soluzione ed esportare una soluzione non gestita

  9. Estrarre il file con estensione zip

  10. Aprire il file customizations. XML

  11. Individuare il nodo radice <RibbonDiffXml>

  12. Individuare il CommandDefinition

  13. Modificare l'<RibbonDiffXml> e rimuovere il nodo CommandDefinition con l'ID del comando da eliminare. Assicurarsi che non vengano eliminati involontariamente altri CommandDefinitions che potrebbero essere presenti.

  14. Salvare il file customizations. XML

  15. Aggiungere di nuovo il file customizations. xml modificato nel file zip della soluzione compressa

  16. Importare il file della soluzione

  17. Pubblicare tutte le personalizzazioni

 

Se si verifica un problema in un'applicazione basata su modelli di Dynamics 365 o Power Apps con un pulsante della barra dei comandi della barra multifunzione, questa guida consente di trovare e risolvere il problema.

Useremo uno strumento in-app chiamato verifica comandi per esaminare le definizioni dei componenti della barra multifunzione per determinare i problemi che potrebbero causare.

Nota: questa guida è applicabile solo alle applicazioni di interfaccia unificata e non applicabile all'interfaccia client Web legacy.

Per altre informazioni sulla barra dei comandi della barra multifunzione e sulle regole di attivazione/visualizzazione, è possibile che siano disponibili le seguenti risorse complementari per la documentazione:

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×