Ricalcolare le formule in PowerPivot

Quando si utilizzano dati in Power Pivot, di volta in volta potrebbe essere necessario aggiornare i dati dall'origine, ricalcolare le formule create in colonne calcolate oppure verificare che i dati presentati in una tabella pivot siano aggiornati.

Questo argomento illustra la differenza tra l'aggiornamento dei dati e il ricalcolo dei dati, offre una panoramica del modo in cui viene attivato il ricalcolo e descrive le opzioni per il controllo del ricalcolo.

Informazioni sull'aggiornamento dei dati e sul ricalcolo

Power Pivot utilizza sia l'aggiornamento dei dati che il ricalcolo:

L' aggiornamento dei dati consente di ottenere dati aggiornati da origini dati esterne. Power Pivot non rileva automaticamente le modifiche nelle origini dati esterne, ma i dati possono essere aggiornati manualmente dalla finestra di Power Pivot o automaticamente se la cartella di lavoro è condivisa in SharePoint.

Il ricalcolo significa l'aggiornamento di tutte le colonne, tabelle, grafici e le tabelle pivot della cartella di lavoro che contengono formule. Poiché il ricalcolo di una formula comporta un costo per le prestazioni, è importante comprendere le dipendenze associate a ogni calcolo.

Importante:  Non è consigliabile salvare o pubblicare la cartella di lavoro finché le formule non vengono ricalcolate.

Manuale e ricalcolo automatico

Per impostazione predefinita, Power Pivot viene ricalcolato automaticamente in base alle esigenze durante l'ottimizzazione del tempo necessario per l'elaborazione. Anche se il ricalcolo può richiedere tempo, è un'attività importante, perché durante il ricalcolo vengono controllate le dipendenze di colonna e si riceverà una notifica se una colonna è stata modificata, se i dati non sono validi o se è stato visualizzato un errore in una formula usata per il lavoro. Tuttavia, è possibile scegliere di rinunciare alla convalida e solo aggiornare i calcoli manualmente, soprattutto se si usano formule complesse o set di dati di grandi dimensioni e si vuole controllare la tempistica degli aggiornamenti.

Le modalità manuale e automatica presentano vantaggi; Tuttavia, ti consigliamo vivamente di usare la modalità di ricalcolo automatico. Questa modalità mantiene la sincronizzazione dei metadati Power Pivot e impedisce i problemi causati dall'eliminazione dei dati, dalle modifiche apportate ai nomi o dai tipi di dati o dalle dipendenze mancanti. 

Uso del ricalcolo automatico

Quando si usa la modalità di ricalcolo automatico, le eventuali modifiche apportate ai dati che causano la modifica del risultato di qualsiasi formula generano un ricalcolo dell'intera colonna che contiene una formula. Le modifiche seguenti richiedono sempre il ricalcolo delle formule:

  • I valori di un'origine dati esterna sono stati aggiornati.

  • La definizione della formula è cambiata.

  • I nomi delle tabelle o delle colonne a cui si fa riferimento in una formula sono stati modificati.

  • Le relazioni tra le tabelle sono state aggiunte, modificate o eliminate.

  • Sono state aggiunte nuove misure o colonne calcolate.

  • Sono state apportate modifiche ad altre formule all'interno della cartella di lavoro, quindi le colonne o i calcoli che dipendono da tale calcolo devono essere aggiornati.

  • Le righe sono state inserite o eliminate.

  • È stato applicato un filtro che richiede l'esecuzione di una query per aggiornare il set di dati. Il filtro potrebbe essere stato applicato in una formula o come parte di una tabella pivot o di un grafico pivot.

Uso del ricalcolo manuale

È possibile usare il ricalcolo manuale per evitare di incorrere nel costo dei risultati della formula di calcolo finché non si è pronti. La modalità manuale è particolarmente utile in queste situazioni:

  • Si sta progettando una formula usando un modello e si vogliono modificare i nomi delle colonne e delle tabelle usate nella formula prima di convalidarla.

  • Si sa che alcuni dati nella cartella di lavoro sono cambiati ma si usa una colonna diversa che non è stata modificata in modo da posticipare un ricalcolo.

  • Si sta lavorando in una cartella di lavoro con molte dipendenze e si vuole rinviare il ricalcolo finché non si è certi che tutte le modifiche necessarie sono state apportate.

Tieni presente che, se la cartella di lavoro è impostata sulla modalità di calcolo manuale, PowerPivot in Microsoft Excel 2013 non esegue alcuna convalida o controllo delle formule, con i risultati seguenti:

  • Le nuove formule aggiunte alla cartella di lavoro verranno contrassegnate come contenenti un errore.

  • Nessun risultato verrà visualizzato nelle nuove colonne calcolate.

Per configurare la cartella di lavoro per il ricalcolo manuale

  1. In Power Pivotfare clic su progettazione> calcoli> Opzioni di calcolo> modalità di calcolo manuale.

  2. Per ricalcolare tutte le tabelle, fare clic su Opzioni di calcolo> calcolare ora.

    Le formule nella cartella di lavoro vengono controllate per gli errori e le tabelle vengono aggiornate con i risultati, se presenti. A seconda della quantità di dati e del numero di calcoli, la cartella di lavoro potrebbe non rispondere per un certo periodo di tempo.

Importante:  Prima di pubblicare la cartella di lavoro è necessario modificare sempre la modalità di calcolo in automatico. Ciò consentirà di evitare problemi durante la progettazione delle formule.

Risoluzione dei problemi di ricalcolo

Dipendenze

Quando una colonna dipende da un'altra colonna e il contenuto di quell'altra colonna cambia in qualsiasi modo, potrebbe essere necessario ricalcolare tutte le colonne correlate. Ogni volta che vengono apportate modifiche alla cartella di lavoro Power Pivot, PowerPivot in Microsoft Excel 2013 esegue un'analisi dei dati di Power Pivot esistenti per determinare se è necessario il ricalcolo ed esegue l'aggiornamento nel modo più efficiente possibile.

Si supponga ad esempio di avere una tabella, Sales, correlata alle tabelle, al prodotto e ProductCategory; le formule nella tabella Sales dipendono da entrambe le altre tabelle. Qualsiasi modifica apportata alle tabelle Product o ProductCategory causerà la ricalcolo di tutte le colonne calcolate nella tabella Sales . Questo ha senso se si ritiene che si potrebbero avere formule che riportano le vendite per categoria o per prodotto. Pertanto, per verificare che i risultati siano corretti; le formule basate sui dati devono essere ricalcolate.

Power Pivot esegue sempre un ricalcolo completo per una tabella, perché un ricalcolo completo è più efficiente del controllo dei valori modificati. Le modifiche che attivano il ricalcolo possono includere modifiche importanti come l'eliminazione di una colonna, la modifica del tipo di dati numerico di una colonna o l'aggiunta di una nuova colonna. Le modifiche apparentemente banali, ad esempio la modifica del nome di una colonna, potrebbero tuttavia provocare anche il ricalcolo. Il motivo è che i nomi delle colonne vengono usati come identificatori nelle formule.

In alcuni casi, Power Pivot può determinare che le colonne possono essere escluse dal ricalcolo. Se ad esempio è presente una formula che cerca un valore come [colore prodotto] dalla tabella Products e la colonna modificata è [quantità] nella tabella Sales , la formula non deve essere ricalcolata anche se le tabelle Sales e Products sono correlate. Tuttavia, se sono presenti formule che si basano su Sales [Quantity], è necessario ricalcolare.

Sequenza di ricalcolo per le colonne dipendenti

Le dipendenze vengono calcolate prima di qualsiasi ricalcolo. Se sono presenti più colonne che dipendono l'una dall'altra, Power Pivot segue la sequenza di dipendenze. In questo modo, le colonne vengono elaborate nell'ordine giusto alla velocità massima.

Transazioni

Le operazioni che ricalcolano o aggiornano i dati avvengono come transazione. Questo significa che se una parte dell'operazione di aggiornamento non riesce, le operazioni rimanenti vengono ripristinate. Questo per garantire che i dati non siano rimasti in uno stato parzialmente elaborato. Non è possibile gestire le transazioni come in un database relazionale o creare checkpoint.

Ricalcolo delle funzioni volatili

Alcune funzioni, ad esempio ora, RAND o oggi, non hanno valori fissi. Per evitare problemi di prestazioni, l'esecuzione di una query o di un filtro in genere non causa la rivalutazione di tali funzioni se usate in una colonna calcolata. I risultati di queste funzioni vengono ricalcolati solo quando l'intera colonna viene ricalcolata. Tra queste situazioni è incluso l'aggiornamento da un'origine dati esterna o la modifica manuale di dati che comporta la rivalutazione di formule contenenti queste funzioni. Tuttavia, le funzioni volatili come ora, RAND o oggi verranno sempre ricalcolate se la funzione viene usata nella definizione di un campo calcolato.

Nota:  Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Queste informazioni sono risultate utili' Questo è l'articolo in inglese per riferimento.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×