Aggiornamento cumulativo 48 per il ripristino del sito Azure

Introduzione

In questo articolo vengono illustrati i problemi risolti in aggiornamento cumulativo 48 nelle versioni seguenti del ripristino del sito di Microsoft Azure:

Informazioni sui dettagli dei problemi risolti e sui prerequisiti che devono essere verificati prima di installare questo aggiornamento.

Requisiti

A installare il provider di recupero di Microsoft Azure sito aggiornamento cumulativo 48, è necessario disporre di una delle opzioni seguenti:

  • Ripristino del sito di Microsoft Azure Provider (versione 5.1.5800 o versione successiva)

  • Ripristino del sito di Microsoft Azure Configurazione unificata (VMware in Azure) (versione 9.31. xxxx. x o una versione successiva)

  • Ripristino di Microsoft Azure Agente servizi (versione 2.0.8900.0 o versione successiva)

Nota: si può controllare la versione del provider installata nell'elemento programmi e funzionalità in Pannello di controllo.

Miglioramenti apportati e problemi risolti in questo aggiornamento

Dopo l'installazione aggiornare sono corretti i problemi seguenti e i miglioramenti seguenti sono inclusi.

Servizio mobilità

Miglioramenti

Supporto per Linux OS

  • Azure in Azure

    • Oracle Linux 7,8

    • Oracle Linux 8,0, 8,1

  • VMware/fisico in Azure

    • Oracle Linux 7,8

    • Oracle Linux 8,0, 8, 1, 8,2

Problemi risolti

  • Aggiunta di un controllo preliminare per la verifica che drscout. conf sia disponibile nell'installazione Directory, durante l'aggiornamento.

  • Aggiunta di una correzione per i computer Linux dove una modifica dell'ora di sistema ha causato un ritardo nella disabilitazione della replica.

  • Risolto un problema per cui il programma di installazione non si riesce a ripristinare le immagini originali che causano l'abilitazione della replica fallimento.

  • È stato risolto un problema per cui SLES15 non è stato identificato correttamente, se il file di rilascio era presente.

Problemi noti

  • Abilitare la replica per Azure ad Azure scenario non riesce su computer Linux che hanno la crittografia di Azure disk (ADE) abilitato. Informazioni altro ancora.

Configurazione unificata di ripristino del sito di Microsoft Azure Modello & server di configurazione

Non sono state introdotte nuove modifiche.

Ripristino del sito di Microsoft Azure (servizio)

Miglioramenti

  • Supporto tecnico per la crittografia doppia a riposo è ora disponibile. Qualsiasi computer Azure con i dischi con crittografia doppia abilitati possono essere protetti con il ripristino del sito. I computer locali possono anche scegliere di replicare i dati e il failover in Double dischi abilitati per la crittografia.

  • Anteprima privata per l'abilitazione della replica con i criteri di Azure è ora disponibile. Per iscriversi, inserire quii dettagli.

Aggiornamento dei componenti locali di ripristino di Azure sito

Tra due siti VMM locali

  1. Scaricare l'aggiornamento più recente Rollup per il provider di ripristino del sito di Microsoft Azure

  2. Installare prima il rollup di aggiornamento nel server VMM locale che gestisce il sito di ripristino.

  3. Dopo che il sito di ripristino è aggiornata, installare l'aggiornamento cumulativo nel server VMM che gestisce l' sito principale.

Nota se VMM è un VMM altamente disponibile (Clustered VMM), assicurarsi di installare l'aggiornamento in tutti i nodi del cluster in cui è installato il servizio VMM.

Tra un sito VMM locale e un Azure

  1. Scaricare l'aggiornamento cumulativo per il provider di ripristino del sito di Microsoft Azure.

  2. Installare l'aggiornamento cumulativo in server VMM locale.

  3. Installare il più recente agente di Microsoft Azure Recovery Services in tutti gli host Hyper-V.

Nota se VMM è un Altamente disponibile VMM (Clustered VMM), verificare di aver installato l'aggiornamento tutti i nodi del cluster in cui è installato il servizio VMM.

Tra un sito Hyper-V locale e un Azure

  1. Scaricare l'aggiornamento cumulativo per il provider di ripristino del sito di Microsoft Azure.

  2. Installare il provider in ogni nodo dei server Hyper-V registrati in sito di ripristino di Azure.

Nota se Hyper-V è un host cluster Hyper-V Server, assicurarsi di installare il eseguire l'aggiornamento in tutti i nodi del cluster.

Tra un sito VMware o fisico locale in Azure

  1. Aggiornare il locale server di gestione scaricandola  configurazione unificata di Microsoft Azure sito Recovery. Questo è il server con il server di configurazione ed elaborare i ruoli del server.

  2. Se si ha un processo con scalabilità orizzontale Server, aggiornarli in seguito eseguendo la configurazione unificata di ripristino sito di Microsoft Azure.

  3. Accedere a Azure Portal e quindi passa agli elementi protetti > replicati Pagina elementi . Selezionare una VM in questa pagina. Selezionare l' aggiornamento Pulsante agente visualizzato nella parte inferiore della pagina per ogni VM. Questo Aggiorna l'agente del servizio di mobilità in tutte le VM protette.

Nota il riavvio è consigliato dopo ogni aggiornamento dell'agente per la mobilità per assicurarsi che tutti i le modifiche più recenti vengono caricate nel computer di origine. Questo non è necessariamente obbligatorio. Tuttavia, un riavvio è obbligatorio se la differenza tra le versioni dell'agente dall'ultimo riavvio e la versione di destinazione è maggiore di quattro (4) nell'ultima posizione decimale. Vedere la tabella seguente per una descrizione dettagliata spiegazione.

Versione agente durante ultimo riavvio

Aggiornamento a

È un riavvio obbligatorio?

9.25

9.27

Non obbligatorio

9.25

9.28

Non obbligatorio

9.25

9.29

Non obbligatorio

9.25

9.30

Obbligatorio Prima di eseguire l'aggiornamento alla versione 9,29, quindi riavviare prima di eseguire l'aggiornamento a versione 9,30 (poiché la differenza tra l'ultima versione di riavvio e quella la versione di destinazione è maggiore di 4)

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×