Miglioramento

Nell'implementazione corrente del protocollo VDI (Virtual Backup Device Interface) di SQL Server, l'ultimo messaggio inviato da SQL Server al client VDI sarà un comando VDC_Flush . Per evitare la perdita di dati, il client VDI deve completare il backup prima di rispondere al comando VDC_Flush . A partire da SQL Server 2008 e dall'introduzione di FILESTREAM, il comando VDC_Flush può essere inviato più volte durante un backup. Questa operazione causa un problema che il client VDI deve completare il backup più volte durante l'operazione di backup. Questo non è possibile per alcuni client VDI. Inoltre, se il client VDI risponde a un comando VDC_Flush senza garantire che il backup venga indurito quando vengono aggiunti altri dati dopo il VDC_Flush, SQL Server potrebbe troncare il log delle transazioni. Tuttavia, se il backup alla fine non riesce nel client VDI e anche il log delle transazioni viene troncato, potrebbe verificarsi una perdita di dati. Questo aggiornamento aggiunge un nuovo comando VDI VDC_Complete che indica che SQL Server ha completato l'invio di dati al client VDI. Di conseguenza, il client VDI sarà in grado di terminare il backup prima di inviare una risposta a SQL Server. questa funzionalità consente al client VDI di non eseguire il backup nel caso in cui qualcosa vada storto e impedisca anche il troncamento del log delle transazioni per errore.Nota Per supportare il nuovo comando VDC_Complete , questo aggiornamento aggiunge anche due nuove caratteristiche VDI VDF_RequestComplete e VDF_CompleteEnabled.

Informazioni sull'aggiornamento

Questo miglioramento è incluso nei seguenti aggiornamenti cumulativi per SQL Server: Aggiornamento cumulativo 2 per SQL server 2016 SP1     aggiornamento cumulativo 4 per SQL Server 2016

Aggiornamento cumulativo 5 per SQL server 2012 Service Pack 3 (SP3) aggiornamento cumulativo 3 per SQL Server 2014 SP2 aggiornamento cumulativo 10 per SQL Server 2014 SP1

Informazioni sugli aggiornamenti cumulativi per SQL Server

Ogni nuovo aggiornamento cumulativo per SQL Server contiene tutti gli hotfix e tutti gli aggiornamenti della sicurezza inclusi nell'aggiornamento cumulativo precedente. Vedere gli ultimi aggiornamenti cumulativi per SQL Server:

Ultimo aggiornamento cumulativo per SQL Server 2016

    Ultimo aggiornamento cumulativo per SQL Server 2014 SP1/SP2

    Ultimo aggiornamento cumulativo per SQL Server 2012 SP3 

Ulteriori informazioni

Per usare il nuovo comando VDC_Complete , le implementazioni seguenti devono essere applicate al client VDI:

  1. Richiedi la nuova funzionalità VDI VDF_RequestComplete. Se SQL Server supporta il comando VDC_Complete , verrà restituita una risposta not null. In caso contrario, restituirà una risposta NULL per la caratteristica richiesta. L'esempio di codice seguente illustra come richiedere la funzionalità:

    m_pvdiComponents->m_pvdConfig->features = VDF_RequestComplete; printf("Requested features to SQL Server: 0x{0:X}", m_pvdiComponents->m_pvdConfig->features);
  2. Determinare se SQL Server supporta il nuovo comando VDC_Complete tramite la funzione GetConfiguration .

    hr = m_pvdiComponents->m_pvdDeviceSet->GetConfiguration(timeout, m_pvdiComponents->m_pvdConfig);        if (!(m_pvdiComponents->m_pvdConfig->features & VDF_CompleteEnabled))       {              printf("Server does not support VDC_Complete.");              return VD_E_NOTSUPPORTED;       }
  3. Quando si elaborano i messaggi VDI recuperati dalla funzione GetCommand , aggiungere un'ulteriore istruzione case per elaborare il comando VDC_Complete .

    case VDC_Complete:              // Close the media and ensure that book keeping is completed.              backupMedia->Close();              completionCode = ERROR_SUCCESS;              break;

Nota Il messaggio di VDC_Complete deve essere incorporato nell'applicazione di backup in modo che possa usare il miglioramento.

Riferimenti

Informazioni sulla terminologia utilizzata da Microsoft per descrivere gli aggiornamenti software.

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze

Esplora i corsi di formazione >

Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche

Partecipa a Microsoft Insider >

Queste informazioni sono risultate utili?

Come valuti la qualità della lingua?
Cosa ha influito sulla tua esperienza?

Grazie per il feedback!

×