Un aggiornamento rapido Ŕ ora disponibile per consentono di aggiungere o rimuovere i diritti per un'operazione di profili per contenere tipi personalizzati che sono stati aggiunti all'ambiente di System Center Service Manager + + 2010

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2525307 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Introduzione

Per manipolare gli oggetti, ad esempio le code e gli elementi di lavoro in Microsoft System Center Service Manager + + 2010 Ŕ necessaria l'autorizzazione. Tali autorizzazioni vengono gestiti mediante l'utilizzo dei profili. Un profilo Ŕ un insieme di elementi che vengono utilizzati per l'autorizzazione. Per le operazioni, come creare, leggere, aggiornare e delete, la struttura riportata di seguito viene utilizzata per le voci di autorizzazione:
Nomeprofilo operazione tipo proprietÓ relazione RelationshipEndPoint
Per l'autorizzazione, un ruolo utente specifica le operazioni specifici eseguibili dagli utenti su oggetti specifici l'associazione di un profilo, un ambito e gli utenti. I profili vengono utilizzati anche per la console di gestione del servizio per gli oggetti di filtro, ad esempio attivitÓ e modelli.

Le tre stored procedure incluse in questo aggiornamento rapido sono i file elencati di seguito:
  • p_GetRestrictrictionsOnOperationsInProfile
  • p_AddRestrictrictionToOperationInProfile
  • p_RemoveRestrictrictionFromOperationInProfile
Queste stored procedure SQL consentono di aggiungere o rimuovere i diritti per un'operazione di profili per il supporto di tipi personalizzati che sono stati aggiunti all'ambiente di Gestione servizi. La console di Gestione servizi non Ŕ possibile aggiungere o rimuovere questi diritti. Ad esempio, Ŕ possibile aggiungere la seguente autorizzazione il IncidentResolver Se Ŕ stata personalizzata del profilo di Utente Digitare aggiungendo un nuovo Nuova relazione relazione:
Nomeprofilo operazione tipo proprietÓ relazione RelationshipEndPoint
IncidentResolver Object_Set utente nuova relazione
Queste stored procedure anche informazioni dettagliate per l'accesso alle proprietÓ dei tipi specifici. La console di gestione del servizio Ŕ in grado di fornire queste informazioni. Queste stored procedure SQL non Ŕ in grado di aggiungere nuove operazioni a un profilo e possono eseguire le seguenti operazioni:
  • Consente di visualizzare le autorizzazioni configurate in un profilo esistente.
  • Aggiungere tipi di operazioni esistenti i profili esistenti. ╚ possibile aggiungere il tipo, proprietÓ e le restrizioni di relazione per le operazioni seguenti:
    • Object__Add
    • Object__Set
    • Object__Get
    • Object__Delete
  • Rimuovere i tipi di operazioni esistenti i profili esistenti.

Informazioni

Informazioni sull'aggiornamento rapido

╚ disponibile un hotfix supportato. Tuttavia, questo hotfix Ŕ destinato esclusivamente alla risoluzione del problema descritto in questo articolo. Applicare questo hotfix solo ai sistemi in cui si verificano il problema descritto in questo articolo. Questo hotfix vengano eseguiti ulteriori test. Se il problema non causa gravi difficoltÓ, si consiglia di attendere il prossimo aggiornamento software contenente tale hotfix.

Se l'aggiornamento rapido Ŕ disponibile per il download, Ŕ presente una sezione "Hotfix disponibile per il download" all'inizio di questo articolo della Knowledge Base. Se questa sezione non viene visualizzato, contattare il servizio clienti Microsoft e supporto tecnico per ottenere l'hotfix.

Nota Se si verificano ulteriori problemi o se Ŕ richiesta la risoluzione dei problemi, potrebbe essere necessario creare una richiesta di assistenza separata. I costi di supporto standard verranno applicati per eventuali ulteriori domande e problemi che non dovessero rientrare nello specifico hotfix. Per un elenco completo dei numeri di telefono del servizio clienti Microsoft e supporto tecnico o per creare una richiesta di assistenza separata, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://support.microsoft.com/contactus/?ws=support
Nota Il modulo "Hotfix disponibile per il download" Visualizza le lingue per cui Ŕ disponibile l'aggiornamento rapido. Se non Ŕ disponibile la lingua, Ŕ perchÚ un aggiornamento rapido non Ŕ disponibile per tale lingua.

Prerequisiti

Per applicare questo hotfix, Ŕ necessario disporre di Microsoft System Center Service Manager + + 2010 Service Pack 1 (SP1) installato.

Nota Questo hotfix Ŕ valida per il componente del servizio Gestione Server di gestione primario (SM Server) in System Center Service Manager + + 2010.

Come installare questo aggiornamento rapido

Importante Prima di installare questo aggiornamento rapido, si consiglia di attenersi alla seguente procedura:
  • Eseguire il backup di ServiceManager: database.
  • Backup delle chiavi di crittografia per il Server di SM.
Nota Questo hotfix non pu˛ essere disinstallato dopo l'installazione.

Per installare questo hotfix, attenersi alla seguente procedura:
  1. Chiudere tutte le applicazioni relative alla gestione del servizio, ad esempio la console di gestione del servizio e il portale self-service.
  2. In Esplora risorse, aprire la cartella che contiene il pacchetto di hotfix.
  3. Pulsante destro del mouse nel seguente file e quindi fare clic su Esegui come amministratore:
    Scsm2010_amd64_sp1_kb2525307.exe
  4. Accettare il contratto di licenza nell'installazione guidata di System Center Service Manager SCSM2010_SP1_KB2525307 sul Contratto di licenza pagina e quindi scegliere Installare Per completare la procedura guidata.

Come determinare se questo hotfix Ŕ stato applicato correttamente

Metodo 1
  1. Nel Pannello di controllo aprire Programmi e funzionalitÓ.
  2. Fare clic su Visualizza aggiornamenti installati.
  3. Se l'elemento seguente Ŕ elencato, Ŕ stato applicato correttamente l'aggiornamento rapido:
    Hotfix per Microsoft System Center Service Manager SP1 (KB2525307)
    Nota Se il sistema Ŕ in esecuzione Server SM, in questo articolo viene elencato sotto Microsoft System Center Service Manager SP1.
Metodo 2
Visualizza il seguente file di registro nel % temp % cartella per determinare se si siano verificati errori durante l'installazione dell'aggiornamento rapido:
  • Scsm2010_sp1_kb2525307.msp.0.log
  • Scsmpatchersetupwizard01.log

Informazioni del Registro di sistema

Per utilizzare l'hotfix in questo pacchetto, non si dispone di apportare modifiche al Registro di sistema.

Richiesta di riavvio

Non Ŕ necessario riavviare il computer dopo aver applicato questo aggiornamento rapido.

Informazioni sulla sostituzione dell'hotfix

Questo hotfix non sostituisce un aggiornamento rapido precedentemente rilasciato.Per ulteriori informazioni sulla terminologia degli aggiornamenti software, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
824684Descrizione della terminologia standard utilizzata per descrivere gli aggiornamenti software Microsoft

Come utilizzare le stored procedure con relazioni personalizzate

Se si aggiungono le relazioni per estendere un tipo e se si desidera limitare i diritti di aggiornamento per queste relazioni, Ŕ necessario aggiungere il tipo esteso per le operazioni desiderate aggiornare i profili appropriati.

Ad esempio, aggiungere il System.CallingUser relazione tra il System.WorkItem.Incident e System.Domain.User endpoint. Se si desidera che il IncidentResolver Per poter attivare la possibilitÓ di aggiornare la relazione di profilo, Ŕ necessario aggiungere la relazione con il Object__Set (update) a destra il System.Domain.User endpoint. In questo esempio, non Ŕ necessario aggiungere la relazione con il Object__Set (update) a destra il System.WorkItem.Incident endpoint. La relazione non deve essere aggiunto perchÚ la seguente voce indica che il System.WorkItem.Incident endpoint ha giÓ il Object__Set (update) diritti per tutte le proprietÓ e gli endpoint di tipo di relazione:
Nomeprofilo operazione tipo proprietÓ relazione RelationshipEndPoint
IncidentResolver Object__Set System.WorkItem.Incident NUL NULL n/D
╚ possibile chiamare la stored procedure seguente per aggiungere il Object__Set (update) a destra per il System.Domain.User endpoint per il System.CallingUser relazione nel IncidentResolver profilo:
exec p_RemoveRestrictrictionFromOperationInProfile 'IncidentResolver', 'Object__Set', 'System.Domain.User', NULL, 'System.CallingUser', NULL

Sintassi

Nella seguente sezione viene descritta la sintassi delle stored procedure incluse in questo aggiornamento rapido.

La procedura memorizzata p_GetRestrictrictionsOnOperationsInProfile
Parametro
@ Nomeprofilo nvarchar (max) = NULL
Questa stored procedure consente di visualizzare un elenco di operazioni, il profilo specificato. Per ogni operazione, questa stored procedure Visualizza i tipi, le proprietÓ e le relazioni che sono definiti nel tipo e che possono essere utilizzati dall'operazione.

Nota Per definire le relazioni in modo corretto, deve essere definiti come proprietÓ per entrambi gli endpoint della relazione.
Come utilizzare la stored procedure e interpretare l'output
  • If Nomeprofilo Ŕ null, vengono visualizzati tutti i profili.
  • Un'operazione, una proprietÓ e un tipo che sono elencati nella stessa riga indicano che l'operazione Ŕ limitata alla proprietÓ dal tipo.
  • Un'operazione, un tipo e un endpoint di tipo di relazione sono elencati nella stessa riga indicano che l'operazione Ŕ limitata all'endpoint di tipo di relazione dal tipo.
  • Se il tipo, la proprietÓ e l'endpoint di tipo di relazione sono tutti i valori null, l'operazione associata Ŕ abilitato in tutti i tipi di tutte le proprietÓ e di tutti gli endpoint di relazioni.
Di seguito sono i nomi di profilo valido.
  • ActivityImplementer
  • Amministratore
  • AdvancedOperator
  • Autore
  • ChangeInitiator
  • IncidentResolver
  • ProblemAnalyst
  • ReadOnlyOperator
  • Flusso di lavoro
  • ChangeManager
  • Utenti finali
  • ImpliedConfigItemCustodian
  • ImpliedIncidentAffectedUser
  • ImpliedPrimaryComputerUser
  • ImpliedReviewer
  • ImpliedUserPreference
La procedura memorizzata p_AddRestrictrictionToOperationInProfile
I parametri
@ Nomeprofilo AS nvarchar (max) = null
@ OperationName AS nvarchar (max) = null
@ TypeName AS nvarchar (max) = null
@ PropertyName AS nvarchar (max) = null
@ RelationshipTypeName AS nvarchar (max) = null
@ RelationshipEndpoint AS nvarchar (max) = null
Nota Questa stored procedure consente di aggiungere le restrizioni specificate per il profilo specificato.
La procedura memorizzata p_RemoveRestrictrictionFromOperationInProfile
I parametri
@ Nomeprofilo AS nvarchar (max) = null
@ OperationName AS nvarchar (max) = null
@ TypeName AS nvarchar (max) = null
@ PropertyName AS nvarchar (max) = null
@ RelationshipTypeName AS nvarchar (max) = null
@ RelationshipEndpoint AS nvarchar (max) = null
Nota Questa stored procedure rimuove le restrizioni specificate dal profilo specificato.
Esempio 1
Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato l'output del p_GetRestrictrictionsOnOperationsInProfile stored procedure. I risultati indicano che il Object__Get (lettura) operazione per la IncidentResolver il profilo Ŕ senza restrizioni.
Nomeprofilo operazione tipo proprietÓ relazione RelationshipEndPoint
IncidentResolverObject__GetNULLNULL NULL NULL
Esempio 2
Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato l'output del p_GetRestrictrictionsOnOperationsInProfile stored procedure. I risultati indicano che il Object__Set operazione per la IncidentResolver profilo Ŕ limitato ai seguenti tipi:
  • System.WorkItem.Incident e tutte le relative proprietÓ, tra cui gli endpoint di tipo di relazione
  • System.FileAttachment e tutte le relative proprietÓ, tra cui gli endpoint di tipo di relazione
  • System.WorkItem.log e tutte le relative proprietÓ, tra cui gli endpoint di tipo di relazione
  • System.WorkItem.Activity.ManualActivity e le proprietÓ i punti finali della relazione
  • Punto relativa voce e la relazione finale System.WorkItemAboutConfigItem
  • Punto relativa voce e la relazione finale System.WorkItemRelatesConfigItem
  • Endpoint di tipo System.Domain.User e la relazione System.WorkItem.TroubleTicketClosedByUser
  • Endpoint di tipo System.Domain.User e la relazione System.WorkItemAssignedToUser
  • Endpoint di tipo System.Domain.User e la relazione System.WorkItemCreatedByUser
Nomeprofilo operazione tipo proprietÓ relazione RelationshipEndPoint
IncidentResolver Object__Set System.WorkItem.Incident NULL NULL n/D
IncidentResolver Object__Set System.FileAttachment NULL NULL n/D
IncidentResolver Object__Set System.WorkItem.Log NULL NULL n/D
IncidentResolver Object__Set System.WorkItem.Activity.ManualActivity NULL NULL n/D
IncidentResolver Object__Set System.ConfigItem NULL System.WorkItemAboutConfigItem n/D
IncidentResolver Object__Set System.ConfigItem NULL System.WorkItemRelatesToConfigIte n/D
IncidentResolver Object__Set System.Domain.User NULL System.WorkItem.TroubleTicketClosedByUser n/D
IncidentResolver Object__Set System.Domain.User NULL System.WorkItemAssignedToUser n/D
IncidentResolver Object__Set System.Domain.User NULL System.WorkItemCreatedByUser n/D
Importante Le voci ultime cinque operazione consentono di correlare gli elementi di configurazione a un incidente e assegnare gli utenti agli incidenti.
Esempio 3
Nell'esempio seguente del p_GetRestrictrictionsOnOperationsInProfile stored procedure indica che il Object__Set operazione per la ImpliedReviewer profilo Ŕ limitato ai seguenti tipi:
  • System.Reviewer e solo le proprietÓ commenti, DecisionDate e decisione
  • System.Reviewer e solo endpoint di relazione System.ReviewerVotedByUser
  • System.Domain.User e solo endpoint di relazione System.ReviewerVotedByUser
Le note
  • L'output di esempio Ŕ solo un campione della produzione e non l'output completo.
  • Il System.ReviewerVotedByUserObject__Set (Update) sono stati concessi i diritti per entrambi i System.Reviewer endpoint e il System.Domain.User endpoint. Se non si concede i diritti di relazione per entrambi gli endpoint, Ŕ possibile aggiornare gli oggetti del revisore, utilizzando la seguente relazione:
    Nomeprofilo operazione tipo proprietÓ relazione RelationshipEndPoint
    ImpliedReviewer Object__Set System.Reviewer commenti NULL n/D
    ImpliedReviewer Object__Set System.Reviewer DecisionDate NULL n/D
    ImpliedReviewer Object__Set System.Reviewer decisione NULL n/D
    ImpliedReviewer Object__Set System.Reviewer NULL System.ReviewerVotedByUser n/D
    ImpliedReviewer Object__Set System.Domain.User NULL System.ReviewerVotedByUser n/D
Esempio 4
Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato come utilizzare il p_AddRestrictrictionToOperationInProfile stored procedure per aggiornare il Le note proprietÓ:
exec p_AddRestrictrictionToOperationInProfile 'ImpliedReviewer', 'Object__Set', 'System.Reviewer', 'Notes', NULL, NULL
Esempio 5
Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato come utilizzare il p_AddRestrictrictionToOperationInProfile stored procedure per aggiornare il System.WorkItemRelatesToWorkItem relazione:
exec p_AddRestrictrictionToOperationInProfile 'ImpliedReviewer', 'Object__Set', 'System.Reviewer', NULL, 'System.WorkItemRelatesToWorkItem', 'N/A'
Esempio 6
Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato come utilizzare il p_AddRestrictrictionToOperationInProfile stored procedure per aggiornare il Operazione non consentita classe, tutte le proprietÓ e tutte le relazioni:
exec p_AddRestrictrictionToOperationInProfile 'ImpliedReviewer', 'Object__Set', 'System.WorkItem.Incident', NULL, NULL, 'N/A'

ProprietÓ

Identificativo articolo: 2525307 - Ultima modifica: giovedý 19 maggio 2011 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft System Center Service Manager 2010
Chiavi:á
kbautohotfix kbqfe kbhotfixserver kbfix kbsurveynew kbexpertiseadvanced kbmt KB2525307 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo Ŕ stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non Ŕ sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, pi¨ o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non Ŕ la sua. Microsoft non Ŕ responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2525307
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com