Messaggio di errore quando si tenta di creare un'istanza di un provider OLE DB in SQL Server: "Impossibile creare un'istanza del provider OLE DB"

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 2647989 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri lo scenario seguente:
  • Si installa Microsoft SQL Server 2005 o Microsoft SQL Server 2008.
  • Si tenta di creare o eseguire una query di server collegato.
  • La query di server collegato viene creata o in esecuzione nel contesto di un utente che non è un amministratore locale.
In questo scenario, è possibile che venga visualizzato un messaggio di errore analogo al seguente:
Impossibile creare un'istanza del provider OLE DB"provider_name"per il server collegato"nome_server_collegato"

Cause

Questo problema può verificarsi se le impostazioni di protezione per la classe MSDAINITIALIIZE DCOM non sono corrette.

Risoluzione

Per risolvere il problema in Windows Vista e versioni successive di Windows, attenersi alla seguente procedura e iniziare dal passaggio 1. Se si esegue una versione precedente di Windows, iniziare dal passaggio 7:
  1. Fare clic Inizio, tipo Regedit nel Cerca programmi e file premere INVIO e quindi fare clic su .
  2. Individuare la seguente sottochiave:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Classes\AppID\{2206CDB0-19C1-11D1-89E0-00C04FD7A829}
  3. Pulsante destro del mouse {2206CDB0-19C1-11D1-89E0-00C04FD7A829}, fare clic su Autorizzazioni, quindi fare clic su Avanzate.
  4. Nel Proprietario Fare clic su Modifica proprietario in, fare clic su Amministratori, o fare clic sull'account utente desiderato e quindi fare clic su Applicare.
  5. Nel Autorizzazioni scheda, concedere al gruppo Administrators o l'utente autorizzazioni controllo completo e quindi fare clic su OK due volte.
  6. Uscire dall'Editor del Registro di sistema.
  7. Fare clic Inizio, tipo DCOMCNFG nel Cerca programmi e file casella e quindi premere INVIO.
  8. Espandere Servizi componenti, espandere Computer, espandere Risorse del Computer, quindi fare clic su Configurazione DCOM.
  9. Pulsante destro del mouse MSDAINITIALIZE, quindi fare clic su Proprietà.
  10. Nel Protezione Fare clic su Autorizzazioni di esecuzione e attivazione, fare clic su Personalizzare, quindi fare clic su Modifica.
  11. Aggiungere al gruppo Administrators o account utente che si desidera.

    Nota.
    Se si esegue Windows Vista o versione successiva di Windows, aggiungere l'utente o il gruppo specificato nel passaggio 4.
  12. Fare clic per selezionare il gruppo Administrators o l'account utente
  13. Nella casella di gruppo Autorizzazioni per SYSTEM, fare clic per selezionare le seguenti caselle di controllo Consentire:
    • Avvio locale
    • Avvio remoto
    • Attivazione locale
    • Attivazione remota
    Nota. Se si connette a SQL Server utilizzando un account di SQL Server, è necessario concedere le autorizzazioni per l'account con cui viene eseguito SQL Server.
  14. Fare clic OK.
  15. Nel Protezione Fare clic su Autorizzazioni di accesso, fare clic su Personalizzare, quindi fare clic su Modifica.
  16. Fare clic sull'account utente o gruppo di amministratori e fare clic per selezionare le seguenti caselle di controllo Consentire:
    • Accesso locale
    • Accesso remoto
    Nota. Se necessario, aggiungere l'account di gruppo o utente amministratore.
  17. Fare clic OK.
  18. Nel Protezione Fare clic su Autorizzazioni di configurazione, fare clic su Personalizzare, quindi fare clic su Modifica.
  19. Fare clic sul gruppo Administrators o l'account utente e quindi fare clic per selezionare il Controllo completo casella di controllo Consentire.
  20. Fare clic OK due volte.
  21. Uscire da Servizi componenti.

Informazioni

In Windows Vista e versioni successive, l'account di sistema TrustedInstaller possiede la classe MSDAINITIALIZE DCOM. L'account di sistema TrustedInstaller è l'unico account che dispone delle autorizzazioni di scrittura sulla classe MSDAINITIALIZE. Di conseguenza, in Windows Vista e versioni successive, è necessario eseguire i passaggi da 1 a 6 nella sezione "Risoluzione" prima di modificare le proprietà della classe MSDAINITIALIZE.

Proprietà

Identificativo articolo: 2647989 - Ultima modifica: lunedì 1 luglio 2013 - Revisione: 2.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2005 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Service Pack 2
  • Microsoft SQL Server 2005 Service Pack 3
  • Microsoft SQL Server 2005 Service Pack 4
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard X64 Edition
  • Microsoft SQL Server 2008 Developer
  • Microsoft SQL Server 2008 Enterprise
Chiavi: 
kbsurveynew kbprb kbtshoot kbmt KB2647989 KbMtit
Traduzione automatica articoli
IMPORTANTE: il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica di Microsoft ed eventualmente revisionato dalla community Microsoft tramite la tecnologia CTF (Community Translation Framework) o da un traduttore professionista. Microsoft offre articoli tradotti manualmente e altri tradotti automaticamente e rivisti dalla community con l?obiettivo di consentire all'utente di accedere a tutti gli articoli della Knowledge Base nella propria lingua. Tuttavia, un articolo tradotto automaticamente, anche se rivisto dalla community, non sempre è perfetto. Potrebbe contenere errori di vocabolario, di sintassi o di grammatica. Microsoft declina ogni responsabilità per imprecisioni, errori o danni causati da una traduzione sbagliata o dal relativo utilizzo da parte dei clienti. Microsoft aggiorna frequentemente il software e gli strumenti di traduzione automatica per continuare a migliorare la qualità della traduzione.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 2647989
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com