Utilizzo di TRACERT per risolvere i problemi relativi al protocollo TCP/IP in Windows

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 314868 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Per la versione di questo articolo relativa a Microsoft Windows 2000, vedere: 162326.
Espandi tutto | Chiudi tutto

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto TRACERT (Trace Route), un'utilità della riga di comando che può essere utilizzata per rilevare il percorso seguito da un pacchetto IP (Internet Protocol) per giungere alla relativa destinazione.

In questo articolo vengono affrontati i seguenti argomenti:
  • Utilizzo dell'utilità TRACERT
  • Utilizzo di TRACERT per la risoluzione dei problemi
  • Utilizzo delle opzioni di TRACERT

Informazioni

Come utilizzare l'utilità TRACERT

L'utilità di diagnostica TRACERT consente di determinare il percorso per una destinazione inviando pacchetti echo ICMP (Internet Control Message Protocol) a tale destinazione. In questi pacchetti lo strumento TRACERT utilizza valori TTL (Time-To-Live) IP variabili. Dato che ciascun router del percorso è necessario per diminuire il TTL del pacchetto di almeno 1 prima di inoltrare il pacchetto, il TTL è in effetti un contatore di hop. Quando il TTL di un pacchetto raggiunge lo zero (0), il router invia di nuovo un messaggio ICMP "Tempo scaduto" al computer di origine.

TRACERT invia il primo pacchetto echo con un TTL pari a 1 e aumenta il TTL di 1 in ogni trasmissione successiva, fino alla risposta della destinazione o finché non viene raggiunto il TTL massimo. I messaggi ICMP "Tempo scaduto" che i router intermedi inviano mostrano il percorso. Alcuni router tuttavia rilasciano automaticamente pacchetti con TTL scaduti e tali pacchetti risultano invisibili a TRACERT.

TRACERT consente di visualizzare un elenco ordinato dei router intermedi che restituiscono messaggi ICMP "Tempo scaduto". L'utilizzo dell'opzione -d con il comando tracert indica a TRACERT di non eseguire una ricerca DNS in ciascun indirizzo IP, per fare in modo che venga segnalato l'indirizzo IP dell'interfaccia più vicina dei router.

Nell'esempio riportato di seguito relativo al comando tracert e al relativo output, il pacchetto viaggia attraverso due router (157.54.48.1 e 11.1.0.67) per raggiungere l'host 11.1.0.1. In questo esempio il gateway predefinito è 157.54.48.1 e l'indirizzo IP del router nella rete 11.1.0.0 è 11.1.0.67.

Il comando:
C:\>tracert 11.1.0.1
L'output dal comando:
   Rilevamento del percorso per 11.1.0.1 in un massimo di 30 hop
   ---------------------------------------------------
   1      2 ms       3 ms       2 ms      157.54.48.1
   2     75 ms      83 ms      88 ms      11.1.0.67
   3     73 ms      79 ms      93 ms      11.1.0.1

   Rilevazione completata.
				

Come utilizzare TRACERT per la risoluzione dei problemi

È possibile utilizzare TRACERT per scoprire il punto della rete in cui un pacchetto si è interrotto. Nell'esempio riportato di seguito il gateway predefinito ha rilevato che non esiste alcun percorso valido per l'host in 22.110.0.1. Probabilmente il router ha un problema di configurazione oppure la rete 22.110.0.0 non esiste, riflettendo un indirizzo IP non valido.

Il comando:
C:\>tracert 22.110.0.1
Il risultato dell'esecuzione del comando:
   Rilevamento del percorso per 22.110.0.1 in un massimo di 30 hop
   -----------------------------------------------------
   1  157.54.48.1  rileva: Rete di destinazione irraggiungibile.

   Rilevazione completata.
				
TRACERT è utile per la risoluzione dei problemi in reti di grandi dimensioni in cui numerosi percorsi possono condurre allo stesso punto o in cui sono coinvolti molti componenti intermedi (router o adattatori).

Utilizzo delle opzioni di TRACERT

Con TRACERT è possibile utilizzare numerose opzioni della riga di comando, anche se le opzioni non sono in genere necessarie per la risoluzione dei problemi standard.

L'esempio riportato di seguito relativo alla sintassi dei comandi mostra tutte le possibili opzioni:
tracert -d -h maximum_hops -j host-list -w timeout target_host
Operazioni effettuate dai parametri:
   -d 
      Specifica di non risolvere gli indirizzi relativi ai nomi host

   -h numeromassimo_hop
      Specifica il numero massimo di hop per cercare la destinazione

   -j elenco-host
      Specifica l'origine di routing ampia in base all'elenco di host

   -w timeout
      Attende per il numero di millisecondi specificato dal timeout per ogni
      risposta

   host_destinazione
      Specifica il nome o l'indirizzo IP dell'host di destinazione
				
Nota: questo è un articolo a "PUBBLICAZIONE RAPIDA", creato direttamente all'interno dell'organizzazione di supporto Microsoft. Le informazioni contenute nel presente documento vengono fornite "così come sono" in risposta alle problematiche riscontrate. A causa della rapidità con cui vengono resi disponibili, i materiali possono contenere errori di battitura e sono soggetti a modifica senza preavviso, in qualsiasi momento. Per altre considerazioni, vedere le Condizioni per l'utilizzo.

Proprietà

Identificativo articolo: 314868 - Ultima modifica: mercoledì 26 marzo 2014 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows XP Home Edition
  • Microsoft Windows XP Professional
Chiavi: 
kbinfo kbnetwork KB314868
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com