ISA Server 2006 o Forefront TMG 2010 Reimposta la connessione del client SMTP quando il server SMTP chiude la connessione al Server ISA

Traduzione articoli Traduzione articoli
Identificativo articolo: 959312 - Visualizza i prodotti a cui si riferisce l?articolo.
Espandi tutto | Chiudi tutto

Sintomi

Si consideri il seguente scenario:
  • In Microsoft Internet Security and Acceleration (ISA) Server 2006 o Forefront TMG 2010, è possibile attivare il filtro SMTP.
  • Un client SMTP comunica con un server SMTP attraverso ISA Server 2006 o Forefront TMG 2010.
  • Il client SMTP viene utilizzato uno dei seguenti verbi la conversazione con il server SMTP:
    • TLS
    • STARTTLS
    • X AnonymousTLS
In questo scenario, ISA Server 2006 o Forefront TMG 2010 Ripristina la connessione del client SMTP quando il server SMTP chiude la connessione al Server ISA o Forefront TMG 2010 con un pacchetto TCP FIN. Questo comportamento può causare alcuni client SMTP specifico delle applicazioni segnalare che il recapito dei messaggi non riuscito anche se i messaggi vengono inviati correttamente.

Nel Registro di ISA, viene visualizzato il seguente codice di risultato per la connessione:
0X80074E24 FWX_E_CONNECTION_KILLED

Cause

Per impostazione predefinita, la connessione al client SMTP viene reimpostata quando il server SMTP chiude la connessione al Server ISA o Forefront TMG 2010. Infatti, ISA Server o Forefront TMG 2010 non è possibile controllare il traffico SMTP per il protocollo SMTPUSCIRE DAcomando quando il traffico viene crittografato. Tuttavia, questo comportamento può causare specifiche applicazioni di client SMTP per segnalare gli errori.

Risoluzione

Un aggiornamento rapido è ora disponibile per evitare di segnalazioni di errore non corretto. Grazie a questa correzione, il comportamento predefinito essere modificato in modo che ISA Server restituisce un pacchetto TCP FIN al client SMTP anziché di un pacchetto di ripristino quando il server SMTP viene chiusa la connessione TCP con un pacchetto TCP FIN. Per modificare il comportamento predefinito dopo aver installato questo aggiornamento rapido, è necessario eseguire uno script sul computer ISA Server.

Per applicare questo hotfix, attenersi alla procedura seguente:
  1. Scaricare e installare l'hotfix menzionato nell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    959357Descrizione del pacchetto hotfix per ISA Server 2006: 29 ottobre 2008
    Nota: Se si esegue Forefront TMG 2010, copiare lo script dal passaggio 2 in un file di blocco note e salvarlo. Aprire il prompt dei comandi con privilegi elevati e quindi eseguire lo script (Internet Explorer: cscript smtp.vbs).
  2. Avviare il blocco note e quindi copiare lo script seguente in un file di blocco note.
    Const SE_VPS_GUID = "{143F5698-103B-12D4-FF34-1F34767DEabc}"
    Const SE_VPS_NAME = "GracefulPassthroughServerShutdown"
    Const SE_VPS_VALUE = true
    
    Sub SetValue()
    
        ' Create the root obect.
        Dim root  ' The FPCLib.FPC root object
        Set root = CreateObject("FPC.Root")
    
        'Declare the other objects needed.
        Dim array       ' An FPCArray object
        Dim VendorSets  ' An FPCVendorParametersSets collection
        Dim VendorSet   ' An FPCVendorParametersSet object
    
        ' Get references to the array object
        ' and the network rules collection.
        Set array = root.GetContainingArray
        Set VendorSets = array.VendorParametersSets
    
        On Error Resume Next
        Set VendorSet = VendorSets.Item( SE_VPS_GUID )
    
        If Err.Number <> 0 Then
            Err.Clear
    
            ' Add the item
            Set VendorSet = VendorSets.Add( SE_VPS_GUID )
            CheckError
            WScript.Echo "New VendorSet added... " & VendorSet.Name
    
        Else
            WScript.Echo "Existing VendorSet found... value- " &  VendorSet.Value(SE_VPS_NAME)
        End If
    
        if VendorSet.Value(SE_VPS_NAME) <> SE_VPS_VALUE Then
    
            Err.Clear
            VendorSet.Value(SE_VPS_NAME) = SE_VPS_VALUE
    
            If Err.Number <> 0 Then
                CheckError
            Else
                VendorSets.Save false, true
                CheckError
    
                If Err.Number = 0 Then
                    WScript.Echo "Done with " & SE_VPS_NAME & ", saved!"
                End If
            End If
        Else
            WScript.Echo "Done with " & SE_VPS_NAME & ", no change!"
        End If
    
    End Sub
    
    Sub CheckError()
    
        If Err.Number <> 0 Then
            WScript.Echo "An error occurred: 0x" & Hex(Err.Number) & " " & Err.Description
            Err.Clear
        End If
    
    End Sub
    
    SetValue
    
  3. Salvare il file come file di script di Microsoft Visual Basic utilizzando l'estensione del nome di file con estensione vbs.
  4. Fare doppio clic sul file con estensione vbs per eseguire lo script.
NotaSe si desidera ripristinare il comportamento predefinito, modificare la riga seguente dello script:
Const SE_VPS_VALUE = true

Modificare la seguente riga nel modo seguente:
Const SE_VPS_VALUE = false

Quindi, eseguire nuovamente lo script sul computer ISA Server o Forefront TMG.

Status

Microsoft ha confermato che si tratta di un problema con i prodotti elencati nella sezione "Si applica a".

Riferimenti

Per ulteriori informazioni sulla terminologia degli aggiornamenti software, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
824684Descrizione della terminologia standard utilizzata per descrivere gli aggiornamenti software Microsoft

Proprietà

Identificativo articolo: 959312 - Ultima modifica: sabato 12 febbraio 2011 - Revisione: 1.0
Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Internet Security and Acceleration Server 2006 Service Pack 1 alle seguenti piattaforme
    • Microsoft Internet Security and Acceleration Server 2006 Standard Edition
    • Microsoft Internet Security and Acceleration Server 2006 Enterprise Edition
  • Microsoft Forefront Threat Management Gateway 2010 Enterprise
  • Microsoft Forefront Threat Management Gateway 2010 Service Pack 1
  • Microsoft Forefront Threat Management Gateway 2010 Standard
Chiavi: 
kbexpertiseinter kbfix kbsurveynew kbqfe kbmt KB959312 KbMtit
Traduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell?utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell?utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell?articolo: 959312
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.

Invia suggerimenti

 

Contact us for more help

Contact us for more help
Connect with Answer Desk for expert help.
Get more support from smallbusiness.support.microsoft.com