Codici di campo: campo NextIf

Nota:  Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l' articolo in lingua inglese per riferimento.

Il campo NextIf consente di confrontare due espressioni. Se il confronto risulta vero, il record di dati successivo verrà unito automaticamente nel documento di stampa unione corrente. Se il confronto risulta falso, il record di dati successivo verrà unito in un nuovo documento di stampa unione.

È possibile utilizzare il campo NextIf per raggruppare i record di dati, come in un report di database. Ad esempio, è possibile utilizzare una combinazione di campi If, Set e NextIf per unire tutti i record con lo stesso codice postale in una pagina dell'unione e creare una nuova pagina quando viene rilevato un nuovo codice postale nel file di dati. Un'unione di questo tipo è tuttavia complessa da impostare e richiede che l'origine dati sia strutturata in modo da contenere i campi unione.

Se si desidera includere solo determinati record dell'origine dati, è possibile farlo in modo più semplice utilizzando il comando Filtro nella finestra di dialogo Destinatari Stampa unione, che viene visualizzata facendo clic su Modifica elenco destinatari nel gruppo Inizia stampa unione della scheda Lettere.

Note: 

  • Non è possibile utilizzare i campi NextIf in note a piè di pagina e di chiusura, annotazioni, intestazioni, piè di pagina o origini dati.

  • Il campo NextIf non può essere nidificato in altri campi.

Sintassi

Quando si visualizza il campo NextIf nel documento, la sintassi è simile alla seguente:

{ NEXTIF Espress1 Operatore Espress2 }

Nota: Un codice di campo segnala al campo cosa visualizzare. I risultati del campo sono gli elementi visualizzati nel documento dopo la valutazione del codice di campo. Per alternare la visualizzazione del codice di campo e dei risultati del codice di campo, premere ALT+F9.

Proprietà

Espress1, Espress2

Valori che si desidera confrontare. Le espressioni possono essere costituite da dati di campi unione, nomi di segnalibro, stringhe di caratteri, numeri, campi nidificati che restituiscono un valore o formule matematiche. È necessario racchiudere tra virgolette le espressioni che contengono spazi.

Note: 

  • Se si utilizza un campo unione (MergeField) in un'espressione, tale campo fa riferimento ai dati del record di dati corrente e non ai dati del record successivo.

  • L'istruzione Espress2 deve essere racchiusa tra virgolette in modo che venga confrontata come stringa di caratteri.

  • Se si utilizza l'operatore = o <>, l'istruzione Espress2 può contenere un punto interrogativo (?), che indica qualsiasi carattere singolo, oppure un asterisco (*), che indica qualsiasi stringa di caratteri.

  • Se si utilizza un asterisco in Espress2, la parte di Espress1 corrispondente all'asterisco e i caratteri rimanenti in Espress2 non possono superare i 128 caratteri.

Operatore

Operatore di confronto. È necessario inserire uno spazio prima e dopo l'operatore.

Operatore

Descrizione

=

Uguale a

<>

Diverso

>

Maggiore di

<

Minore di

> =

Maggiore o uguale

< =

Minore o uguale

Istruzioni

È possibile utilizzare il campo NextIf in un documento o durante una stampa unione.

Per utilizzare il campo NextIf in un documento

  1. Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Parti rapide, quindi fare clic su Campo.

  2. Nell'elenco Nomi dei campi selezionare NextIf.

  3. Nella casella Codici di campo digitare le espressioni, l'operatore e il testo che risulta se il confronto è vero o falso, seguendo la sintassi sopra riportata.

  4. Fare clic su OK.

Per utilizzare il campo NextIf durante una stampa unione

  1. Nel gruppo Inserisci campi della scheda lettere fare clic su regole e quindi fare clic su NEXTIF.

  2. Nell'elenco Nome campo selezionare il nome di un campo unione, ad esempio Città.

  3. Nell'elenco Criterio selezionare l'operatore desiderato. Ad esempio, per individuare i destinatari in una determinata città, fare clic su Uguale a.

  4. Nella casella Valore digitare il valore che si desidera utilizzare. Ad esempio, per individuare i destinatari di Roma, digitare Roma.

    Nota: Se si seleziona È vuoto o Non è vuoto nell'elenco Criterio, lasciare vuota la casella Valore.

Esempio

L'origine dati include un campo per segnare l'ultimo record di ogni codice postale ed è ordinata in modo che tutti i record con lo stesso codice postale vengano visualizzati insieme. Se l'origine dati è impostata in questo modo, è possibile utilizzare i campi Set e If in Word per verificare se un record è l'ultima occorrenza di un codice postale all'interno dell'origine dati.

Tramite questo controllo, è possibile utilizzare il campo NextIf per determinare se il record corrente è l'ultima occorrenza di uno specifico codice postale. Se il record corrente non è l'ultima occorrenza, i record relativi a tale codice verranno aggiunti al documento di stampa unione corrente. Se il record corrente è l'ultima occorrenza del codice, verrà creato un nuovo documento di stampa unione per il codice postale successivo elencato nell'origine dati.

Quando si inserisce il campo NextIf seguente nel documento principale di stampa unione, tale campo esamina il contenuto del campo CAP nel record di dati corrente. Se il campo CAP è vuoto, i dati del record successivo nell'origine dati verranno uniti nel documento di stampa unione corrente. Se non è vuoto, i dati del record successivo nell'origine dati verranno uniti in un nuovo documento di stampa unione.

{ NEXTIF { MERGEFIELD CAP } = "" }

Torna all'inizio

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×