Un riferimento che fa riferimento alla stessa cella o intervallo su più fogli è denominato riferimento 3D. Un riferimento 3D è un modo utile e pratico per fare riferimento a più fogli di lavoro che seguono lo stesso modello e contengono lo stesso tipo di dati, ad esempio quando si consolidano i dati del budget di reparti diversi dell'organizzazione.

È possibile usare un riferimento 3D per sommare le allocazioni del budget tra tre reparti, Vendite, Risorse umane e Marketing, ognuno in un foglio di lavoro diverso, usando il riferimento 3D seguente:

=SUM(Sales:Marketing!B3)

È anche possibile aggiungere un altro foglio di lavoro e quindi spostarlo nell'intervallo a cui fa riferimento la formula. Ad esempio, per aggiungere un riferimento alla cella B3 nel foglio di lavoro Strutture, spostare il foglio di lavoro Strutture tra i fogli di lavoro Vendite e Risorse umane trascinandone la scheda, come illustrato nella figura:

Inserimento di un altro foglio in un consolidamento
 

Poiché la formula contiene un riferimento 3D a un intervallo di nomi di fogli di lavoro, Vendite:Marketing! B3, tutti i fogli di lavoro nell'intervallo fanno parte del nuovo calcolo.

Gli esempi seguenti illustrano cosa accade quando si inseriscono, copiano, eliminano o spostano fogli di lavoro inclusi in un riferimento 3D. Ognuno di questi esempi usa la formula =SOMMA(Foglio2:Foglio6! A2:A5) per aggiungere le celle da A2 a A5 nei fogli di lavoro da 2 a 6:

  • Inserisci    o copia: se si inseriscono o copiano fogli di lavoro tra Foglio2 e Foglio6 (gli endpoint di questo esempio), Excel include tutti i valori nelle celle da A2 a A5 nei fogli di lavoro costitutivi nei calcoli.

  • Elimina:     Se si eliminano fogli di lavoro tra Foglio2 e Foglio6, Excel i relativi valori dal calcolo.

  • Sposta:     Se si spostano fogli di lavoro tra Foglio2 e Foglio6 in una posizione esterna all'intervallo di fogli di lavoro a cui si fa riferimento, Excel i relativi valori dal calcolo.

  • Spostare un endpoint:    Se si sposta Foglio2 o Foglio6 in un'altra posizione nella stessa cartella di lavoro, Excel modifica il calcolo in modo da includere i nuovi fogli di lavoro tra di essi, a meno che non si inverti l'ordine dei punti finali nella cartella di lavoro. Se si inverteno i punti finali, il riferimento 3D modifica il foglio di lavoro dell'endpoint. Ad esempio, potrebbe essere un riferimento a Foglio2:Foglio6. Se si sposta Foglio2 in modo che sia successivo a Foglio6 nella cartella di lavoro, la formula verrà adattata in modo che punti a Foglio3:Foglio6. Se si sposta Foglio6 davanti a Foglio2, la formula verrà adattata in modo che punti a Foglio2:Foglio5.

  • Eliminare un endpoint:    Se si elimina Foglio2 o Foglio6, Excel i valori del foglio di lavoro dal calcolo.

Effettuare questi passaggi:

  1. Fare clic sulla cella in cui si immetterà la funzione.

  2. Digitare un = (segno di uguale), seguito dal nome della funzione (vedere la tabella seguente) e quindi da una parentesi aperta.

  3. Fare clic sulla scheda del primo foglio di lavoro a cui si vuole fare riferimento.

  4. Tenere premuto MAIUSC e quindi fare clic sulla scheda dell'ultimo foglio di lavoro a cui si vuole fare riferimento.

  5. Selezionare la cella o l'intervallo di celle a cui si vuole fare riferimento.

  6. Completare la formula e quindi premere INVIO.

In un riferimento 3D è possibile usare le funzioni seguenti:

Funzione

Descrizione

MEDIA

Calcola la media aritmetica dei numeri.

MEDIA.VALORI

Calcola la media aritmetica dei numeri; include testo e logiche.

CONTA.NUMERI

Conta le celle che contengono numeri.

CONTA.VALORI

Conta le celle non vuote.

MEDIA.ARMONICA

Restituisce la media armonica di un set di dati di numeri positivi, il reciproco della media aritmetica dei reciproci.

CURTOSI

Restituisce la curtosi di un set di dati.

GRANDE

Restituisce il k-esimo valore più grande in un set di dati. Ad esempio, il quinto numero più grande.

MAX

Trova il valore più grande in un set di valori.

MAX.VALORI

Trova il valore più grande in un set di valori. include testo e logiche.

MEDIANA

Restituisce la mediana o il numero al centro del set di numeri specificati.

MIN

Trova il valore più piccolo in un set di valori.

MIN.VALORI

Trova il valore più piccolo in un set di valori. include testo e logiche.

PERCENTILE

Restituisce il k-esimo percentile di valori in un intervallo, dove k è nell'intervallo 0,.1. Fornito per garantire la compatibilità con le versioni precedenti di Excel.

ESC.PERCENTILE

Restituisce il k-esimo dato percentile dei valori in un intervallo, dove k è nell'intervallo 0..1, estremi esclusi.

INC.PERCENTILE

Restituisce il k-esimo dato percentile dei valori in un intervallo, dove k è nell'intervallo 0..1, estremi inclusi.

PERCENT.RANGO

Restituisce il rango di un valore in un set di dati come percentuale (0,.1) del set di dati. Fornito per garantire la compatibilità con le versioni precedenti di Excel.

ESC.PERCENT.RANGO

Restituisce il rango di un valore in un set di dati come percentuale (0..1, estremi esclusi) del set di dati.

INC.PERCENT.RANGO

Restituisce il rango di un valore in un set di dati come percentuale (0..1, estremi inclusi) del set di dati.

QUARTILE

Restituisce il quartile di un set di dati, in base ai valori percentili da 0,.1. Fornito per garantire la compatibilità con le versioni precedenti di Excel.

ESC.QUARTILE

Restituisce il quartile di un set di dati, in base ai valori percentili da 0,.1, esclusivo.

INC.QUARTILE

Restituisce il quartile di un set di dati, in base ai valori del percentile da 0..1, estremi inclusi.

PRODOTTO

Moltiplica i numeri.

RANGO

Restituisce il rango di un numero in un elenco di numeri, con le relative dimensioni rispetto ad altri valori dell'elenco. Fornito per garantire la compatibilità con le versioni precedenti di Excel.

RANGO.UG

Restituisce il rango di un numero in un elenco di numeri, con le relative dimensioni rispetto ad altri valori dell'elenco.

RANGO.MEDIA

Restituisce il rango di un numero in un elenco di numeri, con le relative dimensioni rispetto ad altri valori dell'elenco.

ASIMMETRIA

Restituisce il grado di asimmetria di una distribuzione.

PICCOLO

Restituisce il k-esimo valore più piccolo di un set di dati.

DEV.ST.C

Calcola la deviazione standard in base a un campione.

DEV.ST.P

Calcola la deviazione standard di un'intera popolazione.

DEV.ST.VALORI

Calcola la deviazione standard in base a un campione; include testo e logiche.

DEV.ST.POP.VALORI

Calcola la deviazione standard di un'intera popolazione; include testo e logiche.

MEDIA.TRONCATA

Restituisce la media della parte interna di un set di dati.

SOMMA

Somma i numeri.

VAR.C

Stima la varianza sulla base di un campione.

VAR.P

Calcola la varianza per un'intera popolazione.

VAR.VALORI

Stima la varianza in base a un campione; include testo e logiche.

VAR.POP.VALORI

Calcola la varianza per un'intera popolazione. include testo e logiche

Effettuare questi passaggi:

  1. Nel gruppo Nomi definiti della scheda Formule fare clic su Definisci nome.

  2. Nella finestra popup Nuovo nome immettere il nome per il riferimento. La lunghezza dei nomi non può superare i 255 caratteri.

  3. Nell'elenco Riferimenti a scegliere il segno di uguale (=) e il riferimento, quindi premere BACKSPACE.

  4. Fare clic sulla scheda del primo foglio di lavoro a cui si vuole fare riferimento.

  5. Tenere premuto MAIUSC e fare clic sulla linguetta del foglio del riferimento.

  6. Selezionare la cella o l'intervallo di celle a cui si vuole fare riferimento.

Altre informazioni

Per altre informazioni sullo spostamento di un foglio di lavoro all'interno di una cartella di lavoro, vedere Spostare o copiare un foglio di lavoro. Per altre informazioni sulla creazione e l'uso di nomi definiti, vedere Definire e usare nomi nelle formule.

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel oppure ottenere supporto nella community Microsoft.

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze

Esplora i corsi di formazione >

Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche

Partecipa a Microsoft Insider >

Queste informazioni sono risultate utili?

Come valuti la qualità della lingua?
Cosa ha influito sulla tua esperienza?

Grazie per il feedback!

×