Quando accedi ai tuoi account online, un processo che chiamiamo "autenticazione", stai dimostrando al servizio che sei quello che dici di essere. In genere questa operazione viene eseguita con un nome utente e una password. Purtroppo, questo non è un ottimo modo per farlo. I nomi utente sono spesso facili da individuare. a volte si tratta solo dell'indirizzo di posta elettronica. Poiché le password possono essere difficili da ricordare, gli utenti tendono a sceglierne di semplici o a usare la stessa password in molti siti diversi.

Ecco perché quasi tutti i servizi online , come le banche, i social media, gli acquisti e sì, anche Microsoft 365 - hanno aggiunto un modo per garantire la sicurezza degli account. Si può sentire la chiamata "Verifica in due passaggi" o "Autenticazione a più fattori", ma quelle buone funzionano tutte con lo stesso principio. Quando accedi all'account per la prima volta su un nuovo dispositivo o un'app (ad esempio un Web browser), hai bisogno di più del nome utente e della password. Hai bisogno di una seconda cosa, quella che chiamiamo un secondo "fattore", per dimostrare chi sei.

Il browser non supporta le funzionalità video. Installa Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Un fattore di autenticazione è un modo per confermare la propria identità quando si prova ad accedere. Ad esempio, una password è un tipo di fattore, è una cosa che conosci. I tre tipi di fattori più comuni sono: 

  • Qualcosa che conosci: ad esempio una password o un PIN memorizzato. 

  • Qualcosa di cui si dispone, ad esempio uno smartphone o una chiave USB sicura. 

  • Qualcosa che sei: come un'impronta digitale o il riconoscimento facciale. 

Come funziona l'autenticazione a più fattori?

Supponiamo di accedere all'account aziendale o dell'istituto di istruzione e di immettere il nome utente e la password. Se è tutto ciò di cui hai bisogno, chiunque conosca il tuo nome utente e la tua password può accedere come te da qualsiasi parte del mondo! 

Tuttavia, se è abilitata l'autenticazione a più fattori, le cose sono più interessanti. La prima volta che si accede da un dispositivo o un'app, si immettono il nome utente e la password come al solito, quindi viene chiesto di immettere il secondo fattore per verificare la propria identità.  

2984712 2.4 4 autenticatore

Forse stai usando l'app Microsoft Authenticator come secondo fattore. L'app viene aperta sullo smartphone, che mostra un numero univoco creato dinamicamente a 6 cifre digitato nel sito e in cui ci si sta. 

Microsoft Authenticator mostra un codice a 6 cifre che cambia spesso per verificare l'accesso

Se un altro utente prova ad accedere come te, tuttavia, immette il nome utente e la password e quando viene richiesto di specificare il secondo fattore, rimane bloccato. A meno che non abbia il tuo smartphone, non hanno modo di immettere quel numero di 6 cifre. Il numero a 6 cifre in Microsoft Authenticator cambia ogni 30 secondi, quindi, anche se sapevano il numero usato per accedere ieri, sono ancora bloccati. 

Scarica l'app Microsoft Authenticator gratuita

Microsoft Authenticator può essere usato non solo per gli account Microsoft, aziendali o dell'istituto di istruzione, ma anche per proteggere facebook, Twitter, Google, Amazon e molti altri tipi di account. È gratuito su iOS o Android. Scopri di più e scaricalo qui.

Cose importanti da sapere

Non è necessario eseguire il secondo passaggio molto spesso. Alcune persone temono che l'autenticazione a più fattori sarà davvero scomoda, ma in genere viene usata solo la prima volta che si accede a un'app o un dispositivo o la prima volta che si accede dopo la modifica della password. In seguito sarà sufficiente il fattore principale, in genere una password, come ora. 

La sicurezza aggiuntiva deriva dal fatto che qualcuno che prova a entrare nel tuo account probabilmente non usa il tuo dispositivo, quindi dovrà avere quel secondo fattore per entrare. 

L'autenticazione a più fattori non è solo per il lavoro o l'istituto di istruzione. Quasi tutti i servizi online della tua banca, alla tua posta elettronica personale, ai tuoi account di social media supportano l'aggiunta di un secondo passaggio di autenticazione e devi accedere alle impostazioni dell'account per tali servizi e attivarlo. 

Le password compromesse sono uno dei modi più comuni per ottenere dati, identità o denaro. L'uso dell'autenticazione a più fattori è uno dei modi più semplici per renderla molto più difficile. 

Altre informazioni

Le chiavi del Regno: proteggere i dispositivi e gli account

Creare e usare password complesse

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Come valuti la qualità della lingua?
Cosa ha influito sulla tua esperienza?

Grazie per il feedback!

×