Procedura per continuare a ricevere gli aggiornamenti della sicurezza dopo la fine del supporto esteso prevista per il 14 gennaio 2020

Introduzione

L'articolo si applica a tutti i clienti che hanno acquistato l'aggiornamento della sicurezza estesa per le versioni locali di:

  • Windows 7 Service Pack 1 (SP1)

  • Windows Server 2008 R2 con Service Pack 1 (SP1)

  • Windows Server 2008 Service Pack 2 (SP2)

  • Tutte le versioni di Azure Stack e VMWare nelle macchine virtuali di Azure in esecuzione in questi sistemi operativi.

Il 14 gennaio 2020 termina il supporto esteso. I clienti che hanno acquistato l'aggiornamento della sicurezza estesa possono continuare a ricevere gli aggiornamenti.

Procedura

Per continuare a ricevere gli aggiornamenti della sicurezza dopo il 14 gennaio 2020, attenersi alla seguente procedura:

  1. Inoltre, devono essere installati gli aggiornamenti seguenti. Se usi Windows Update, questi aggiornamenti saranno disponibili automaticamente in base alle esigenze.

    1. È necessario disporre dell'aggiornamento SHA-2 (KB4474419) datato 23 settembre 2019 o un aggiornamento SHA-2 successivo installato e quindi riavviare il dispositivo prima di applicare l'aggiornamento. Se usi Windows Update, l'aggiornamento SHA-2 più recente sarà disponibile automaticamente. Per ulteriori informazioni sugli aggiornamenti SHA-2, vedi Requisito per il supporto di firma codice di SHA-2 2019 per Windows e WSUS.

    2. Per Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1, è necessario disporre dell'aggiornamento dello stack di manutenzione (KB4490628) datato 12 marzo 2019. Dopo l'installazione di KB4490628, devi installare l'aggiornamento degli stack di manutenzione del 14 gennaio 2020 (KB4536952) o versione successiva. Per altre informazioni sugli ultimi aggiornamenti degli stack di manutenzioni, vedi ADV990001 | Latest Servicing Stack Updates.

    3. Per Windows Server 2008 SP2, è necessario disporre dell'aggiornamento dello stack di manutenzione (SSU) (KB-4493730) datato 9 aprile 2019 installato. Dopo l'installazione di KB4493730, devi installare l'aggiornamento degli stack di manutenzione del 14 gennaio 2020 (KB4536953) o versione successiva.  Per altre informazioni sugli ultimi aggiornamenti degli stack di manutenzione, vedi ADV990001 | Latest Servicing Stack Updates.

Importante È necessario riavviare il dispositivo dopo aver installato questi aggiornamenti obbligatori.

  1. Scarica e installa il pacchetto di preparazione alle licenze degli aggiornamenti della sicurezza estesa (ESU). Per altre informazioni, vedi i seguenti articoli della Microsoft Knowledge Base:

    • 4538483 Pacchetto di preparazione alle licenze per gli aggiornamenti della sicurezza estesa (ESU) per Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1

    • 4538484 Pacchetto di preparazione alle licenze per gli aggiornamenti della sicurezza estesa (ESU) per Windows Server 2008 SP2

  2. Scarica la chiave del componente aggiuntivo MAK dell'aggiornamento della sicurezza estesa dal portale VLSC e distribuisci e attiva il componente aggiuntivo MAK dell'aggiornamento della sicurezza estesa. Se utilizzi lo strumento di gestione dell'attivazione contratti multilicenza (VAMT) per distribuire e attivare le chiavi, segui le istruzioni qui.

Nota: dopo aver completato questa procedura, puoi continuare a scaricare gli aggiornamenti mensili tramite i normali canali di Windows Update, WSUS e Microsoft Update Catalog. Puoi continuare a distribuire gli aggiornamenti utilizzando la soluzione di gestione degli aggiornamenti preferita.

Altre informazioni

Non è necessaria una chiave aggiuntiva per la distribuzione di:

  • Tutte le macchine virtuali di Azure

  • Windows 7 SP1 con Desktop virtuale Windows

  • Proprie immagini in Azure per Windows 7 SP1, Windows Server 2008 R2 SP1 e Windows Server 2008 SP2

 

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×