Contare valori univoci tra duplicati

Supponiamo di voler scoprire quanti valori univoci esistono in un intervallo che contiene valori duplicati. Ad esempio, se una colonna contiene:

  • I valori 5, 6, 7 e 6 sono tre valori univoci, ovvero 5, 6 e 7.

  • I valori "Bradley", "Doyle", "Doyle", "Doyle", il risultato è due valori univoci: "Bradley" e "Doyle".

Esistono diversi modi per contare i valori univoci tra i duplicati.

È possibile usare la finestra di dialogo Filtro avanzato per estrarre i valori univoci da una colonna di dati e incollarli in una nuova posizione. In seguito si potrà usare la funzione RIGHE per contare il numero di elementi presenti nel nuovo intervallo.

  1. Selezionare l'intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trova in una tabella.

    Verificare che l'intervallo di celle abbia un'intestazione di colonna.

  2. Nel gruppo Ordina e filtra della scheda Dati fare clic su Avanzate.

    Viene visualizzata la finestra di dialogo Filtro avanzato.

  3. Fare clic su Copia in un'altra posizione.

  4. Nella casella Copia in immettere un riferimento di cella.

    In alternativa, fare clic su Comprimi finestra Callout 4 per nascondere temporaneamente la finestra di dialogo, selezionare una cella del foglio di lavoro e quindi premere Espandi finestra Callout 4.

  5. Selezionare la casella di controllo Solo record univoci e fare clic su OK.

    I valori univoci dell'intervallo selezionato vengono copiati nella nuova posizione a partire dalla cella specificata nella casella Copia in.

  6. Nella cella vuota sotto l'ultima cella dell'intervallo immettere la funzione RIGHE. Usare l'intervallo di valori univoci appena copiati come argomento, escludendo l'intestazione di colonna. Ad esempio, se l'intervallo di valori univoci è B2:B45, immettere =RIGHE(B2:B45).

Usare una combinazione delle funzioni SE, SOMMA, FREQUENZA, MATCHe LEN per eseguire questa attività:

  • Assegnare il valore 1 a ogni condizione vera usando la funzione SE.

  • Aggiungere il totale usando la funzione SOMMA.

  • Contare il numero di valori univoci usando la funzione FREQUENZA. La funzione FREQUENZA ignora il testo e i valori zero. Per la prima occorrenza di un valore specifico, questa funzione restituisce un numero uguale al numero di occorrenze di tale valore. Per ogni occorrenza dello stesso valore dopo la prima, questa funzione restituisce uno zero.

  • Restituire la posizione di un valore di testo in un intervallo usando la funzione MATCH. Questo valore restituito viene quindi usato come argomento per la funzione FREQUENZA in modo che i valori di testo corrispondenti possano essere valutati.

  • Trovare celle vuote usando la funzione LEN. Le celle vuote hanno una lunghezza pari a 0.

Esempi di funzioni annidate per contare il numero di valori univoci tra i duplicati

Note: 

  • Le formule in questo esempio devono essere immesse come formule di matrice. Se si ha una versione corrente di Microsoft 365, è sufficiente immettere la formula nella cella superiore sinistra dell'intervallo di output, quindi premere INVIO per confermare la formula come formula di matrice dinamica. In caso contrario, è necessario immettere la formula come formula di matrice legacy, selezionando prima l'intervallo di output, immettendo la formula nella cella superiore sinistra dell'intervallo di output e quindi premendo CTRL+MAIUSC+INVIO per confermarla. Excel inserisce automaticamente parentesi graffe all'inizio e alla fine della formula. Per ulteriori informazioni sulle formule di matrice, vedere Formule di matrice: indicazioni ed esempi.

  • Per visualizzare una funzione valutata passo dopo passo, selezionare la cella contenente la formula e quindi nel gruppo Controllo formule della scheda Formule fare clic su Valuta formula.

  • La funzione FREQUENZA calcola la frequenza con cui i valori si verificano in un intervallo di valori e restituisce una matrice verticale di numeri. Ad esempio, usare FREQUENZA per contare il numero di punteggi dei test che rientrano in intervalli di punteggi. Poiché questa funzione restituisce una matrice, deve essere immessa come formula di matrice.

  • La funzione CORRISPONDENZA cerca un elemento specificato in un intervallo di celle e quindi restituisce la posizione relativa dell'elemento nell'intervallo. Ad esempio, se l'intervallo A1:A3 contiene i valori 5, 25 e 38, la formula =MATCH(25;A1:A3,0) restituisce il numero 2, perché 25 è il secondo elemento dell'intervallo.

  • La funzione LUNGHEZZA restituisce il numero di caratteri in una stringa di testo.

  • La funzione SOMMA somma tutti i numeri specificati come argomenti. Ogni argomento può essere un intervallo, un riferimento di cella, una matrice, una costante, una formula o il risultato di un'altra funzione. Somma(A1:A5), ad esempio, somma tutti i numeri contenuti nelle celle da A1 a A5.

  • La funzione SE restituisce un valore se una condizione specificata restituisce VERO e un altro valore se tale condizione restituisce FALSO.

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel oppure ottenere supporto nella community Microsoft.

Vedere anche

Filtrare i valori univoci o rimuovere i valori duplicati

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Quanto ti soddisfa la qualità della traduzione?

Cosa ha influito sulla tua esperienza?

Altri commenti e suggerimenti? (Facoltativo)

Grazie per il feedback!

×