Suggerimento: Provare a usare la nuova funzione CERCA.X, una versione migliorata di CERCA.V che funziona in qualsiasi direzione e restituisce corrispondenze esatte per impostazione predefinita, semplificando e semplificando l'uso rispetto al predecessore.

Usare CERCA.V quando è necessario trovare elementi in una tabella o in un intervallo per riga. Ad esempio, cercare un prezzo di una parte del settore automobilistico in base al numero di parte o trovare il nome di un dipendente in base all'ID dipendente.

Nella sua forma più semplice, la funzione CERCA.VERT è:

=CERCA.V(Cosa si vuole cercare, dove cercarlo, il numero di colonna nell'intervallo contenente il valore da restituire, restituire una corrispondenza approssimativa o esatta, indicata come 1/VERO o 0/FALSO).

Il browser in uso non supporta le funzionalità video.

Suggerimento: Per usare al meglio la funzione CERCA.VERT, occorre organizzare i dati in modo che il valore di ricerca (Frutta) si trovi a sinistra del valore restituito da trovare (Quantità).

Usare la funzione CERCA.VERT per cercare un valore in una tabella.

Sintassi 

CERCA.VERT (valore; matrice_tabella; indice; [intervallo])

Ad esempio:

  • =CERCA.V(A2;A10:C20;2;VERO)

  • =CERCA.VERT("Leoni";B2:E7;2;FALSO)

  • =CERCA.V(A2;'Dettagli client'! A:F,3,FALSO)

Nome argomento

Descrizione

valore    (obbligatorio)

Valore da cercare. Il valore da cercare deve essere nella prima colonna dell'intervallo di celle specificato nell'argomento table_array valori.

Ad esempio, se matrice-tabella si estende sulle celle B2:D7, il lookup_value deve essere nella colonna B.

valore può essere un valore o un riferimento a una cella.

matrice_tabella    (obbligatorio)

Intervallo di celle in cui CERCA.VERT cercherà il valore e valore restituito. È possibile usare un intervallo denominato o una tabella e i nomi nell'argomento anziché i riferimenti di cella. 

La prima colonna dell'intervallo di celle deve contenere il lookup_value. L'intervallo di celle deve includere anche il valore restituito che si vuole trovare.

Informazioni su come selezionare intervalli in un foglio di lavoro.

indice    (obbligatorio)

Numero di colonna (a partire da 1 per la colonna più a sinistra di table_array) che contiene il valore restituito.

intervallo   (facoltativo)

Valore logico che specifica se si vuole trovare una corrispondenza esatta o approssimativa mediante la funzione CERCA.VERT:

  • Corrispondenza approssimativa: 1/VERO presuppone che la prima colonna della tabella sia ordinata in ordine numerico o alfabetico e quindi cerca il valore più vicino. Questo è il metodo predefinito, se non se ne specifica uno. Ad esempio, =CERCA.V(90;A1:B100;2;VERO).

  • Corrispondenza esatta: 0/FALSO cerca il valore esatto nella prima colonna. Ad esempio, =CERCA.V("Fabbro";A1:B100,2,FALSO).

Come iniziare

Per creare la sintassi di CERCA.VERT sono necessari quattro tipi di informazioni:

  1. Il valore da cercare, detto anche valore di ricerca.

  2. L'intervallo che contiene il valore di ricerca. Tenere presente che il valore di ricerca deve trovarsi sempre nella prima colonna dell'intervallo affinché CERCA.VERT funzioni correttamente. Ad esempio, se il valore di ricerca è nella cella C2, l'intervallo deve iniziare con C.

  3. Il numero di colonna nell'intervallo che contiene il valore restituito. Ad esempio, se si specifica B2:D11 come intervallo, è necessario contare B come prima colonna, C come seconda e così via.

  4. Se si vuole, si può specificare VERO se si vuole ottenere una corrispondenza approssimativa o FALSO se si vuole ottenere una corrispondenza esatta del valore restituito. Se non si specifica nulla, il valore predefinito sarà sempre VERO o una corrispondenza approssimativa.

Ora disporre tutte queste informazioni nel modo seguente:

=CERCA.V(valore di ricerca; intervallo contenente il valore di ricerca, numero di colonna nell'intervallo contenente il valore restituito, Corrispondenza approssimativa (VERO) o Corrispondenza esatta (FALSO)).

Esempi

Ecco alcuni esempi della funzione CERCA.VERT:

Esempio 1

=CERCA.V (B3,B2:E7,2,FALSO)

CERCA.V cerca Fontana nella prima colonna (colonna B) nel table_array B2:E7 e restituisce Olivier dalla seconda colonna (colonna C) del table_array.  False restituisce una corrispondenza esatta.

Esempio 2

=CERCA.V (102,A2:C7,2,FALSO)

CERCA.4 cerca una corrispondenza esatta (FALSO) del cognome per 102 (lookup_value) nella seconda colonna (colonna B) nell'intervallo A2:C7 e restituisce Fontana.

Esempio 3

=SE(CERCA.VERT(103;A1:E7;2;FALSO)="Souse";"Trova";"Non trovato")

SE verifica se CERCA.ND restituisce Sousa come cognome del dipendente che correspoinding a 103 (lookup_value) in A1:E7 (table_array). Poiché il cognome corrispondente a 103 è Leal, la condizione SE è falsa e viene visualizzato Non trovato.

Esempio 4

=INT(FRAZIONE.ANNO(DATA(2014;6;30),CERCA.V(105;A2:E7,5;FLASE);1))

CERCA.4 cerca la data di nascita del dipendente corrispondente a 109 (lookup_value) nell'intervallo A2:E7 (table_array) e restituisce il 04/03/1955. Quindi, FRAZIONE.ANNO sottrae questa data di nascita dal 30/6/2014 e restituisce un valore, che viene quindi convertito da INY nel numero intero 59.

Esempio 5

SE(ISNA(CERCA.V(105;A2:E7;2;FLASE))=VERO;"Dipendente non trovato";CERCA.V(105;A2:E7;2;FALSO))

SE controlla se CERCA.V restituisce un valore per il cognome della colonna B per 105 (lookup_value). Se CERCA.V trova un cognome, SE visualizza il cognome, altrimenti SE restituisce Dipendente non trovato. ISNA assicura che se CERCA.V restituisce #N/D, l'errore viene sostituito da Dipendente non trovato, invece di #N/D.



In questo esempio il valore restituito è Burke, ovvero il cognome corrispondente a 105.

È possibile usare CERCA.V per combinare più tabelle in una sola, purché una delle tabelle abbia campi in comune con tutte le altre. Questo può risultare particolarmente utile se è necessario condividere una cartella di lavoro con utenti che hanno versioni precedenti di Excel che non supportano le caratteristiche dei dati con più tabelle come origini dati: combinando le origini in un'unica tabella e modificando l'origine dati della caratteristica dati nella nuova tabella, la caratteristica dati può essere usata nelle versioni precedenti di Excel ( purché la caratteristica dati stessa sia supportata dalla versione precedente).

Foglio di lavoro con colonne che usano CERCA.V per ottenere dati da altre tabelle

In questo caso, le colonne A-F e H contengono valori o formule che usano solo valori nel foglio di lavoro e il resto delle colonne usa CERCA.V e i valori della colonna A (Codice cliente) e della colonna B (Avvocato) per ottenere dati da altre tabelle.

  1. Copiare la tabella che contiene i campi comuni in un nuovo foglio di lavoro e assegnare un nome.

  2. Fare clic su > strumenti dati > relazioni per aprire la finestra di dialogo Gestisci relazioni.

    Finestra di dialogo Gestisci relazioni
  3. Per ogni relazione elencata, tenere presente quanto segue:

    • Campo che collega le tabelle ,elencato tra parentesi nella finestra di dialogo. Questa è la lookup_value per la formula CERCA.V.

    • Nome della tabella di ricerca correlata. Questa è la table_array nella formula CERCA.V.

    • Campo (colonna) della tabella di ricerca correlata contenente i dati desiderati nella nuova colonna. Queste informazioni non vengono visualizzate nella finestra di dialogo Gestisci relazioni: sarà necessario esaminare la tabella di ricerca correlata per vedere il campo da recuperare. Si vuole prendere nota del numero di colonna (A=1), ovvero il numero col_index_num nella formula.

  4. Per aggiungere un campo alla nuova tabella, immettere la formula CERCA.V nella prima colonna vuota usando le informazioni raccolte nel passaggio 3.

    Nell'esempio, la colonna G usa Attorney (il lookup_value) per ottenere i dati di Bill Rate dalla quarta colonna (col_index_num = 4) dalla tabella del foglio di lavoro Attorneys, tblAttorneys (il table_array), con la formula =CERCA.VEN.VEN([@Attorney],tbl_Attorneys,4,FALSO).

    La formula potrebbe anche usare un riferimento di cella e un riferimento di intervallo. In questo esempio sarebbe =CERCA.V(A2;'Avvocati'! A:D,4,FALSO).

  5. Continuare ad aggiungere campi finché non si hanno tutti i campi necessari. Se si sta provando a preparare una cartella di lavoro contenente caratteristiche dati che usano più tabelle, modificare l'origine dati della caratteristica dati nella nuova tabella.

Problema

Descrizione dell'errore

Valore errato restituito

Se intervallo ha valore VERO o viene omesso, la prima colonna deve essere ordinata alfabeticamente o numericamente. Se la prima colonna non è ordinata, il valore restituito potrebbe non essere quello previsto. Ordinare la prima colonna oppure usare FALSO per ottenere una corrispondenza esatta.

#N/D in una cella

  • Se intervallo ha valore VERO e il valore di valore è inferiore al valore più piccolo nella prima colonna di matrice_tabella, viene restituito il valore di errore #N/D.

  • Se intervallo è FALSO, il valore di errore #N/D indica che non è stato trovato il numero esatto.

Per altre informazioni su come correggere gli errori #N/D in CERCA.VERT vedere Come correggere un errore #N/D nella funzione CERCA.VERT.

#RIF! in una cella

Se il valore di indice è maggiore del numero di colonne in matrice_tabella, viene restituito il valore di errore #RIF! .

Per altre informazioni su come correggere gli errori #RIF! in CERCA.VERT, vedere Come correggere un errore #RIF!..

#VALORE! in una cella

Se il valore di matrice_tabella è inferiore a 1, viene restituito il valore di errore #VALORE! .

Per altre informazioni su come correggere gli errori #VALORE! in CERCA.VERT vedere Come correggere un errore #VALORE! nella funzione CERCA.VERT.

#NOME? in una cella

Il valore di errore #NOME? indica in genere che nella formula mancano le virgolette. Per cercare il nome di una persona, racchiuderlo tra virgolette nella formula. Ad esempio, immettere il nome nel formato "Leoni" in =CERCA.VERT("Leoni";B2:E7;2;FALSO).

Per altre informazioni, vedere Come correggere un errore #NOME?.

Errori #SPILL! in una cella

Questo particolare #SPILL! in genere significa che la formula si basa sull'intersezione implicita per il valore di ricerca e sull'uso di un'intera colonna come riferimento. Ad esempio, =CERCA.V(A:A;A:C;2;FALSO). È possibile risolvere il problema ancorando il riferimento di ricerca con l'operatore @ in questo modo: =CERCA.V(@A:A;A:C,2;FALSO). In alternativa, è possibile usare il metodo CERCA.V tradizionale e fare riferimento a una singola cella anziché a un'intera colonna: =CERCA.V( A2 ;A:C,2;FALSO).

Operazione da eseguire

Motivo

Usare riferimenti assoluti per intervallo

L'uso di riferimenti assoluti consente di copiare in basso una formula in modo che si riferisca sempre allo stesso intervallo di ricerca esatto.

Altre informazioni su come usare i riferimenti di cella assoluti.

Non memorizzare valori numerici o di data come testo.

Quando si cercano valori numerici o date, assicurarsi che i dati nella prima colonna di matrice_tabella non siano memorizzati come valori di testo, altrimenti CERCA.VERT potrebbe restituire un valore non corretto o imprevisto.

Ordinare la prima colonna

Ordinare la prima colonna di matrice_tabella prima di usare CERCA.VERT quando intervallo è VERO.

Usare caratteri jolly

Se intervallo è FALSO e valore è un valore di testo, è possibile usare i caratteri jolly, ovvero il punto interrogativo (?) e l'asterisco (*), in valore. Un punto interrogativo corrisponde a qualsiasi carattere singolo. Un asterisco corrisponde a qualsiasi sequenza di caratteri. Per trovare un vero e proprio punto interrogativo o asterisco, anteporre una tilde (~) a tale carattere.

Ad esempio, =CERCA.V("Fontan?",B2:E7,2,FALSO) cerca tutte le istanze di Fontana con un'ultima lettera che può variare.

Verificare che i dati non contengano caratteri errati.

Quando si cercano valori di testo nella prima colonna, assicurarsi che i dati in tale colonna non contengano spazi iniziali, spazi finali, un uso non coerente delle virgolette semplici (' o ") e inglesi (‘ o “) o caratteri non stampabili. In questi casi, CERCA.VERT potrebbe restituire un valore imprevisto.

Per ottenere risultati precisi, provare a usare la funzione LIBERA o la funzione ANNULLA.SPAZI per rimuovere gli spazi finali dopo i valori di tabella in una cella.

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel oppure ottenere supporto nella community Microsoft.

Vedere anche

Scheda di riferimento rapido: aggiornamento di CERCA.V
Scheda di riferimento rapido: suggerimenti per la risoluzione dei problemi di CERCA.DESCRIZIONE
Come correggere un errore #VALUE! nella funzione CERCA.V
Come correggere un errore #N/D nella funzione CERCA.VERT
Panoramica delle formule in Excel
Come evitare errori nelle formule
Rilevare errori nelle formule
Funzioni di Excel (in ordine alfabetico)
Funzioni di Excel (per categoria)
CERCA.VERT (anteprima gratuita)

Serve aiuto?

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa a Microsoft Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Quanto ti soddisfa la qualità della traduzione?
Cosa ha influito sulla tua esperienza?

Grazie per il feedback!

×